Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 920
RAGUSA - 30/01/2013
Sport - Basket, A2: dopo la rotonda vittoria casalinga contro Viterbo

Passalacqua oggi in campo contro Olympia Reggio Calabria

Formazione al completo e vittoria nel mirino per coach Nino Molino Foto Corrierediragusa.it

Archiviata in fretta la vittoria con la Defensor Viterbo, la Passalacqua Ragusa si accinge a tornare in campo mercoledì per rendere visita all’Olympia Reggio Calabria nel turno di metà settimana. Si gioca alle 18 al Botteghelle con la direzione dei signori Valerio Salustri di Roma e Marcello Aprea di Napoli.

Le biancoverdi hanno dimostrato contro Viterbo come la sconfitta di La Spezia possa rappresentare soltanto un episodio nella loro stagione ma sanno anche che non possono concedersi ulteriori passi falsi. Per questo anche per la sfida di domani coach Nino Molino ha declinato i concetti di applicazione e concentrazione in ogni momento trascorso con la squadra. «Dobbiamo rispettare, come del resto abbiamo sempre fatto, ogni avversario, perché – ha spiegato Molino – quando giochiamo in questo modo è più facile che alla fine a vincere sia la squadra più forte».

L’andamento della gara con Viterbo, che ha visto la capolista prendere subito il largo, ha consentito al coach anche rotazioni più ampie rispetto al solito e il dosaggio delle forze e delle energie non potrà che venire utile nella gara di domani quando si andrà ad affrontare un quintetto tra l’altro reduce dal turno di riposo.

E´ successo domenica:
Passalacqua Ragusa – Viterbo: 86-40

Passalacqua Ragusa: Micovic 16,Caliendo 8, Mazzone 2,Chimenz 5, Galbiati 21, Mauriello 10, Sarni 8, Papamichail 7, Soli 6, Valerio 3.

Arbitri: Giacalone e Tarascio


La Passalacqua riprende la sua marcia dopo la battuta d’arresto della settimana scorsa in casa della CariSpezia. A farne le spese è stato il malcapitato Viterbo che è stato «doppiato» e travolto. Già sul 9-0 dopo 3’ Galbiati e socie imperversano sul parquet.

Al 5’ è già 14-1 e partita praticamente a senso unico. Non cambia l’andamento della gara nel secondo tempo con le laziali che vengono timidamente fuori (38-20) al riposo lungo. Coach Nino Molino conti9nua a giostare le sue dieci giocatrici ed al 30’ è già sul 71-32 per la gioia dei mille spettatori del PalaMinardi. L’ultima frazione è semplice accademia e Galbiati fa 47 da due e 47 nelle triple.