Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 884
RAGUSA - 27/01/2013
Sport - Calcio sere D: gli azzurri restano comunque a 5 punti dalla zona play-out

Anastasi non rischia ma il Ragusa deve cambiare

Il presidente Giuseppe Rimmaudo conferma la fiducia al tecnico, le cui scelte contro il Noto non hanno convinto. Ultras delusi

Anastasi non rischia il posto ma la tensione c’è. La brutta prova offerta contro il Noto ha portato a galla alcune incongruenze nella gestione del gruppo squadra. Alcune scelte del tecnico non hanno convinto e gli effetti in campo si sono visti. La difesa a tre non funziona ed ha esposto tutta la squadra. Piccirillo lasciato solo in mezzo ha rimediato due cartellini gialli ed è stato espulso oltre ad avere procurato il rigore. Mancherà ad Agropoli insieme a Foderaro e Daniele Arena e gli azzurri saranno ancora in emergenza. Non ha coinvolto neppure la rinunzia in partenza ad Ignazio Panatteri. Impallari è apparso un pesce fuor d’acqua e non ha inciso mentre Panatteri appena entrato ha dato vivacità e da una sua iniziativa è arrivato il gol della bandiera.

Anche la scelta di Di Vita sulla fascia non è stata tra le più azzeccate visto che il giovane esterno non si è fatto vedere in fase difensiva lasciando Gona esposto allee incursioni avversarie. Il presidente Rimmaudo ha confermato la fiducia ad Anastasi e crede nella riscossa della squadra ma il Ragusa ha fatto dimenticare quanto di buono ha fatto finora. Per fortuna la distanza dalla zona play out è rimasta immutata, cinque punti, ma c’è ora una trasferta difficile come quella sul campo di Agropoli e bisognerà fare risultato a tutti i costi.

E´ successo domenica:
Ragusa-Noto 1-4
Marcatori: 4’ pt Pignatta, 4’ st Pignatta, 22´st Santaniello, 39’ st Astarita, 47’ st Bonarrigo


Ragusa: Ferla 6, Gona 5, Alma 5, F. Arena 5 (18´st Crucitti 5), Fontana 5, Piccirillo 5, Foderaro 6, Di Vita 5 (1´st Nassi 6), Impallari 5 (20´st Panatteri 6), Bonarrigo 5, D. Arena 5.

Noto: Vezzani 6, Pasqualicchio 6, Intelisano 6, Mautone (32´pt D. Conti 6), Astarita 7, Nigro 6, Merito 7, Troiano (19´st Treppiedi 5), Trimarco 6, Pignatta 8 (20´st Santaniello 7), Accetta 6.

Arbitro: Rognoni di Arco Riva 6


Il Ragusa frana in casa con il Noto davanti alle telecamere di Rai Sport. I netini vincono di goleada 4-1 e il pubblico di casa abbandona il campo anzitempo dopo aver fischiato sonoramente la squadra di Anastasi. Un brutto colpo che fa perdere contatto con la classifica sicura e induce i gli azzurri a riflettere molto sul prosieguo del campionato. Doveva essere una festa per gli azzurri (oggi in casacca verde) ed è stato un disastro. La difesa è andata in barca con uno schieramento a tre che non ha convinto ed ha lasciato campo ai veloci attaccanti netini. Nè hanno convinto alcune scelte di Anastasi come la rinuncia a Panatteri e la scelta di Di Vita sull´out destro.

I netini hanno dominato la gara dal primo all’ultimo minuto, concedendo agli «azzurri» solo il gol del vantaggio a tempo già scaduto grazie ad un affondo del solito Panatteri che ha servito un pallone d´oro a Bonarrigo che non ha sbagliato.

La sequenza dei gol, tutti di marca netina, dà il metro della netta superiorità ospite che ha schierato in campo il neo acquisto argentino Pignatta, 3 gol in 2 giornate, rivelatosi alla lunga l’uomo decisivo e determinante insieme all’altro migliore in campo, Merito.

Il primo tempo si chiude 1-0 grazie al gol di Pignatta al 4’ che trafigge l´incolpevole Ferla su azione sulla fascia destra di Merito e palla scodellata al centro. Nella ripresa il Noto dilaga ancora con Pignatta al 4’ su azione di contropiede, Sanataniella al 22´, Astarita al 39’. Una vera e propria disfatta perchè i netini potevano colpire ancora ed hanno fallito altre palle gol. Solo quando è stato sazio di reti il Noto rallenta la marcia e concede al Ragusa il gol della bandiera che Bonarrigo realizza a una manciata di secondi dal fine partita.

I risultati della 4 giornata di ritorno (27 gen.2013)
Nissa-Acireale 0-4
Cosenza-Agropoli 1-0
Licata-Città Messina 1-0
Pro Cavese-C.Montalto 4-3
Sambiase-Paternò 1-0
Ragusa-Noto 1-4
Messina-Ribera 1-0
Gelbison Palazzolo 3-2
Savoia Vibonese 2-1

La Classifica:
Messina 50
Cosenza 44
Gelbison38
Savoia 36
Città Messina 34
Licata 33
C. Montalto 31
Ribera 31
Paternò 29
Ragusa 29
Vibonese 27
Sambiase 26
Pro Cavese 24
Palazzolo 23
Agropoli 23
Acireale 15
Noto 14
Nissa 7


Ragusa Calcio
30/01/2013 | 7.37.50
Andrea Sacchetti

Che tristezza vedere il Ragusa Calcio su Rai Sport Sat.. dilettanti allo sbaraglio la qualità della squadra è di 1° categoria gente che non sa stoppare la palla o fare cose minime indispensabili.. Anni fa vedevi una partita di serie D del ragusa e i vari Maida,De Maria,Greco,etc.. deliziavano le persone allo stadio con le belle sfide con il Vittoria di Ferro,Porchia,Zampollini,o il Modica di Macrì,Natale,Galasso.....che tristezza!!!!