Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 921
RAGUSA - 30/12/2012
Sport - Calcio: da mercoledì tutti al lavoro, i granata preparano la trasferta di Catania

Torino e Ragusa guardano insieme con fiducia al 2013

L’amichevole di domenica ha dimostrato che le due squadre sono in salute. I granata resteranno in città fino a venerdì Foto Corrierediragusa.it

Capodanno di riposo per Torino e Ragusa ma da domani si ritorna al lavoro. Negli occhi è rimasto lo spettacolo di domenica con una grande cornice di pubblico (nella foto) che ha risposto oltre ogni previsione al richiamo dell’amichevole. Onorata dal Torino senza alcun calcolo e ben giocata dal Ragusa che almeno nel primo tempo, prima della girandola dei cambi, non ha affatto sfigurato tanto da raccogliere i complimenti del tecnico Giampiero Ventura e del presidente Urbano Cairo che ha trascorso la notte di S. Silvestro con la squadra.

»Magnifico il nostro primo tempo – dice Peppe Anastasi – Se continueremo a giocare così potremo inserirci nel discorso play-off ma l’obiettivo principale resta la salvezza». Anastasi recupererà tutti i giocatori, a cominciare da Panatteri, per la trasferta di Torre Annunziata contro il Savoia. La gara con il Toro ha anche detto che Piccirillo è difensore tosto su cui si può contare e la coppia con Fontana è ben assortita. Il più soddisfatto è il presidente Giuseppe Rimmaudo che ha visto ripagati i suoi sacrifici per portare il Ragusa in città. Un impegno notevole che gli è stato riconosciuto dal pubblico. Un modo per avvicinare il Ragusa alla città e che va oltre i confini della città vista la presenza di numerosi tifosi provenienti da mezza Sicilia. L’esperimento sarà ripetuto il prossimo anno.

Il Torino ritorna ad allenarsi mercoledì con doppie sedute; i cancelli dell’Aldo Campo resteranno chiusi perché Giampiero ventura vuole massima concentrazione non vuole dare punti di riferimento al Catania che domenica attende i granata al «Massimino». Il Ragusa continua invece ad allenarsi all’ex Enal per dovere di ospitalità e cortesia nei confronti della comitiva granata.

E´ successo domenica:
RAGUSA-TORINO 0-5
Marcatori: pt 44´ Gazzi, st 9´ Meggiorini, 16´ Birsa, 37´ Sansone, 40´ Birsa.
Ammonito: pt 41´ D´Ambrosio.


RAGUSA: Ferla (st 4´ Falco), Piluso, Milazzo, F. Arena (st 29´ Nassi), Fontana, Piccirillo, Spampinato (st 8´ Panatteri), Buscema (st 5´ Iozzia), Impallari (st 4´ Dalì), Bonarrigo (st 5´ D. Arena), Foderaro (st 18´ Alma). All. Anastasi.

TORINO: Gillet (st 1´ L. Gomis), D´Ambrosio, Glik (st 29´ Bakic), Di Cesare, Masiello (st 1´ Darmian), Gazzi (st 1´ Basha), Brighi (st 1´ Vives), Cerci (st 1´ Birsa), Stevanovic (st 1´ Verdi), Bianchi (st 1´ Meggiorini), Sgrigna (st 1´ Sansone). All. Ventura.

Arbitro: Fichera di Catania


Pubblico delle grandissime occasioni sugli spalti dell’Aldo Campo. Il fascino granata ammalia e fa accorrere intere famiglie anche grazie ad una giornata tiepida. Gongola il presidente Giuseppe Rimmaudo che non ha mai visto tanti spettatori e pensa a quei duecento temerari della settimana scorsa. Quasi in tre mila sugli spalti quando l’arbitro fischia l’inizio dell’amichevole,

Due defezioni dell´ultimo minuto per i granata. Sia Cinaglia che Suciu non sono disponibili, entrambi per affaticamento. E l´assenza, fino a questa sera, di Caceres e Rodriguez costringe Ventura a mandare in campo gli unici due difensori centrali a disposizione, Glik e Di Cesare. In avanti è Sgrigna ad affiancare Bianchi, mentre se a destra c´è Cerci a sinistra torna Stevanovic.

Cerci è il più in palla, con il Toro che manovra decisamente di più sulla destra. Un paio di cross per Bianchi, nel giro di pochi minuti. Il Ragusa comunque c´è e vuol fare bella figura, non si fa intimorire, spinto anche dai tifosi sugli spalti. E al 32´ rischia anche di passare, con una bella punizione battuta da Bonarrigo. Ferla fa buona guardia e strappa applausi, ad esempio quando ferma Sgrigna in uscita. Il Toro passa al 44´: punizione di Sgrigna e deviazione di Gazzi in torsione di testa che lascia Ferla inerme.

Nel secondo tempo girandola di cambi per entrambe le squadre. Ventura cambia otto undicesimi della formazione del primo tempo, tenendo in campo, perché quasi obbligato, Glik, Di Cesare e D´Ambrosio. Cambia la coppia d´attacco, formata da Meggiorini e Sansone ed è proprio il primo a siglare il 2-0, dopo sette minuti. Cambia anche il Ragusa e il Toro con il passare del tempo prende il sopravvento. Vanno in gol anche Birsa, per due volte, e Sansone. E quando in campo va Bakic, che sostituisce Glik, Vives scala terzino destro. Buone indicazioni per Ventura da quella che rimane pur sempre una sgambata dopo soli due giorni di lavoro dalla ripresa. E durante il secondo tempo fanno capolino anche Caceres e Rodriguez, appena arrivati dall´Uruguay.