Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1005
RAGUSA - 15/12/2012
Sport - Calcio, serie D: due impegni proibitivi per gli azzurri al "Celeste" e poi in casa con il Cosenza

A Messina Ragusa senza paura. Acquistato il difensore Piccirillo

l giocatore, classe 87’ proviene dal Noto. Probabile un suo utilizzo già contro il Messina.
Foto CorrierediRagusa.it

Comincia il tour de force del Ragusa. Domenica a Messina e tra una settimana in casa contro il Cosenza. Si tratta delle due squadre migliori del campionato ed attrezzate per il salto di categoria e per gli azzurri si tratta di un banco di prova importante.

In casa azzurra l’atmosfera è serena. Dice il ds Franco Cassarà: «Abbiamo fatto bene finora nonostante qualche passo falso inopinato come la sconfitta di domenica scorsa contro il Licata. Ricordo che questa squadra è stata costruita per salvarsi e rispettando un certo limite di bilancio. Finora siamo alle spalle delle prime ed abbiamo dato anche spettacolo. Capisco la contestazione di qualcuno ma il bilancio è molto positivo».

La società ha intanto concluso l´acquisto di Liberato Piccirillo, 25 anni,n napoletano, difensore centrale, proveniente dal Noto. Il giocatore ha militato già nel Sapri e nel Castel di Sangro ed è in condizione di poter essere schierato già contro i peloritani. Probabile il suo utilizzo con Fontana al centro della doifesa. Non ci sono invece problemi per gli altri reparti visto che a centrocampo è arrivato Fabio Arena che contro i giallorossi peloritani andrà in campo da titolare ed in attacco dove Anastasi vuole schierare la coppia Panatteri- Impallari per mettere pressione ai padroni di casa, con Bonarrigo alle spalle dei due. Sarà insomma un Ragusa che giocherà la partita a viso aperto e senza ostruzionismi cercando di fare valere la qualità dei suoi uomini.

(Nella foto: Anastasi, Rimmaudo, Cassarà)