Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1105
RAGUSA - 10/12/2012
Sport - Basket, serie C: non c’è stata mai partita con l’ultima della classe con i fratelli Sorrentino in cattedra

Nova Virtus batte Augusta, è la 9a vittoria consecutiva

Domenica prossima altro turno casalingo, poi il big match con Porto Empedocle Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa - Virtus Augusta: 108 - 54
Parziali: 28-19, 56-31, 86-45

Nova Virtus: Pace 7, Sorrentino Andrea 21, Distefano Matteo 15, Distefano Enrico 4, Iabichella 12, Pellegrino 6, Girgenti 7, Vacirca 5, Sorrentino Alessandro 9, Mammana 10, Scalone 2, Di Grandi 10. All. Di Gregorio.

Virtus Augusta: Giliberto, Santaera 33, Valora 3, Pustizzi 9, Zanerolli 4, Amato, Cannavà Marzio 1, Cannavà Ottavio 2, Miozzi 2. All. Motta.

Arbitri: Cappello di Porto Empedocle e Caci di Gela


La Nova Virtus stritola la cenerentola aretusea che, sin dallo start, non abbozza la benché minima resistenza. Eppure i locali fanno da subito accademia, cercando, ancor prima del canestro, lo spettacolo per deliziare la platea, visto che la zona dei «verdi» è davvero poca cosa. I due fratelli Sorrentino scavano subito il solco, con Andrea che infila tre «bombe» nel «tempino», ed il capitano Ale, che gioca da play per la defaillance di Simone Licitra, che ne innesca due. Matteo Iabichella non vuole essere da meno e colpisce pure lui due volte dall’arco grande. Al 9’ il tabellone segna già 25-8, ma l’ex Carmelo Santaera (il pivot di José Motta ha giocato una stagione con il Basket Club) mette a nudo la deconcentrazione degli iblei, insieme a Pustizzi, e tiene in qualche modo a galla i suoi (28-19 al 10’).

Da quel momento, però, Augusta esce letteralmente di scena. La seconda frazione si apre con un mortificante break di 21-2, malgrado coach Di Gregorio abbia già messo in cabina di regia il quindicenne Aldo Vacirca. Per lui, i primi 5 punti in C regionale, così come arriva presto il primo canestro nella categoria anche di Stefano Scalone. Il divario tecnico ed atletico è abissale, con la Nova Virtus che va negli spogliatoi sul 56-31.

Alla ripresa, per gli ospiti, segna solo e soltanto Carmelo Santaera (14 punti nella frazione che si chiude sul 86-45), mentre i dodici biancazzurri inchiostrano il referto, dilettandosi a mettere in mostra buone doti balistiche, specie fuori dal «colorato», ove si cimenta con costrutto pure il totem Matteo Di Stefano.

Nella foto di Eleonora Tumino, Andrea Sorrentino tira in acrobazia