Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1099
RAGUSA - 03/12/2012
Sport - Basket, serie C: ottava vittoria consecutiva dei ragusani che restano in vetta con Porto Empedocle

La Nova Virtus passa anche a Licata, 99-84

Convincvente prova dei giovani ragusani che domenica tornano in casa contro la cenerentola Augusta

Studentesca Licata 84
Nova Virtus Ragusa 99

Licata: Pozzo 11, Licata, Savarese 16, Manattini 37, Falanga 16,.Ettaro, Milite 4, Iacona, Abela, Licata. All: Provenzani.
Nova Virtus: Pace, Licitra 4, Sorrentino Andrea 34, Distefano Matteo 4, Distefano Enrico 3, Iabichella 13, Pellegrino ne, Girgenti , Iurato 3, Sorrentino Alessandro 31, Cascone 1, Mammana 6. All. Di Gregorio.
ARBITRI: Russo e Barbera di Erice
NOTE – parziali 18-22; 39-39; 63-68


Ancora una prova di forza della capolista Nova Virtus che viola il PalaFragapane di Licata (prima volta nella stagione) e si conferma in vetta alla graduatoria, insieme all’altrettanto straripante Porto Empedocle, passato come un rullo compressore a Santa Croce Camerina.
Per la Nova Virtus, come previsto, invece, è stato tutt’altro che facile. Anzi, coach Di Gregorio ha dovuto mettere in «vetrina» i due pezzi forti della rinomata collezione, ossia i fratelli Alessandro e Andrea Sorrentino, per ridurre alla ragione gli indomiti licatesi che hanno cominciato a «scricchiolare» solo nella terza frazione, ma che si sono arresi soltanto a 5’ dal gong, quando la Nova Virtus ha operato l’ennesimo strappo per conseguire il più 10. Una onorevole difesa che suona a merito, soprattutto, di uno straordinario Manattini che, praticamente da solo, con i suoi 37 punti, ha tenuto a galla, sin quando ha potuto, quelli di casa.

Determinante, anche la panchina corta dello Studentesca, visto che dalla panca, invece, per coach Di Gregorio sono arrivati non solo punti preziosi (specie la «tripla» dell’imberbe Iurato nell’ancora apertissimo secondo quarto) ma anche quantità industriali di «ossigeno» puro per tutti gli uomini dello starting five.

La Nova Virtus soffre in avvio ma chiude avanti la frazione (18-22 al 10’). Pur in grande spolvero con Zorro e Alex Sorrentino (ma bene anche Iabichella ed i lunghi Mammana, Matteo ed Enrico Distefano sotto le plance), gli iblei pagano dazio alla serata doc del capitano di casa, l’oriundo argentino Manattini, ed all’intervallo lungo devono ricostruire la casa ancora dalla fondamenta (39-39).
La scontata difesa a zona dei gialloblu viene massacrata dai killer ospiti, ma Manattini è altrettanto implacabile, trovando ora in Pozzo, ora in Savarese, ma soprattutto da Falanga, un discreto supporto, grazie anche alla difesa un po’ troppo molle della Nova Virtus che, però, riesce ad operare un primo concreto allungo (63-68 al 30’). E’ nell’ultima decisiva frazione, che la Studentesca finisce (come forse prevedibile) la… birra. Ragusa continua ad infierire contro la zona, ma Licata non riesce a replicare sul fronte opposto per mancanza di lucidità. La forbice pian piano si allarga e la capolista può chiudere gestendo con tranquillità.

Domenica prossima facile match casalingo, per la Nova Virtus, contro la cenerentola Virtus Augusta.