Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 928
RAGUSA - 02/12/2012
Sport - Calcio, Promozione: sconfitto il Real Ragusa a Mascalucia dal Pio X

Scicli perde in casa con Scordia, S. Croce solo pari

I cremisi erano passati in vantaggio con Occhipinti ma si sono dovuti arrendere al ritorno della capolista

PROMOZIONE 13ma giornata
I risultati delle iblee:

S.Pio X – Real Ragusa 2 – 0
Aquila Caltagirone – Santa Croce 0 – 0
Scicli – Gymnica Scordia 1 -3


Giornata incolore per le formazioni ragusane che rimediano due sconfitte e un pareggio anche se non pregiudicano le posizioni di classifica assunte dallo scorso turno. Il Santa Croce pareggia a reti inviolate contro l’Aquila Caltagirone, concludendo la partita in nove uomini per l’espulsione di Zisa per doppia ammonizione e di Agosta per rosso diretto per fallo di reazione.

Le sanzioni, per fortuna del Santa Croce, sono giunte negli ultimi quindici minuti della gara, che è stata disputata dalle due squadre con i ritmi tipici delle partite su un campo in terra battuta, palla lunga e molta fisicità. Pochissimi i tiri in porta da parte delle due squadre e scarse le occasioni da gol. Il Santa Croce, che giocava in emergenza per le molte assenze, ha fatto di necessità virtù, adattandosi stavolta alle condizioni del campo e portando a casa un punto prezioso che le consente di rimanere nella stessa posizione di classifica prima di questo turno, quarta in piena zona play off.

Sfortunata invece la prestazione dello Scicli che esce sconfitta in casa ad opera della capolista Gymnica Scordia che dimostra di avere molta fortuna e caparbietà. La formazione cremisi infatti, nel primo tempo, ha assunto in tutto e per tutto i connotati di una formazione capolista, sostituendosi a quella reale, per superiorità tecnica e di gioco. L’undici di Orlando era passato in vantaggio al 30’ con Occhipinti ma prima del gol aveva sciupato almeno un paio di occasioni da gol. Nella ripresa il direttore di gara assumeva il ruolo di protagonista a sfavore dei locali ammonendo ben sette giocatori cremisi in dieci minuti. Fiaccata nella convinzione lo Scicli si prestava alle ripartenze della squadra ospite, micidiale ed esperta in tale tipo di gioco, che le permetteva di segnare tre gol e portare a casa i tre punti.

Lo Scicli, ma anche il Real Ragusa che ha perso ieri nell’anticipo contro il S.Pio X per 2-0, rimangono comunque nella zona di metà classifica, lontano dalla zona play out.