Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1255
RAGUSA - 26/11/2012
Sport - Basket, serie C: 7ma vittoria consecutiva e primno posto in classifica con Porto Empedocle

E´ una super Nova Virtus. Passa anche a Melilli, 73-50

Domenica prossima delicata trasferta sul parquet di Licata
Foto CorrierediRagusa.it

Cstl Melilli 50
Nova Virtus Ragusa 73
parziali 13-28; 21-49; 39-63

Cstl Melilli: Messina Francesco 2, Messina Ivan 5, Sgarellino 6, Vetrano 19, Prudente, Nicita 8, Di Mauro 8, Spinosa 2, Lombardo, Scaifitti, Pulizzi. All: Coppa.
Nova Virtus: Pace, Licitra 2, Sorrentino Andrea 24, Distefano Matteo 4, Distefano Enrico 5, Iabichella 13, Pellegrino, Girgenti 2, Di Grandi, Sorrentino Alex 13, Iurato 1, Cascone 9. All. Di Gregorio.

Arbitri: Paternicò e Festone di Piazza Armerina.


Grande prova di forza della capolista Nova Virtus che, pur priva di Carmelo Mammana, e con Iabichella e Licitra debilitati dall’influenza, passa senza colpo ferire sul terreno della Cstl Melilli, terza in graduatoria ed una sola sconfitta in stagione, rimediata a Porto Empedocle.

La Nova Virtus «incerottata» veste i panni dell’umiltà ed inizia il match difendendo alla grande e trovando grande varietà di schemi e di azioni vincenti in attacco. Il primo gong suona già come una sentenza per gli uomini di coach Gino Coppa (13-28 al 10’), ma è soprattutto nel secondo «tempino» che la Nova Virtus dimostra di essere d’altra categoria: Ale e Andrea Sorrentino (nella foto) imbavagliano il temuto cecchino di casa, Ciccio Messina, mentre Enrico Di Stefano completa l’opera di «ingessamento» della bocca di fuoco più temuta. In attacco, anche Matteo Iabichella non sbaglia un colpo: i virtussini concedono appena 8 punti al team dell’ex Gino Coppa ed allungano a dismisura il passo, chiudendo di fatto il match già all’intervallo lungo sul 21-49.

Nella ripresa, la Nova Virtus abbassa ritmi offensivi ed intensità in difesa, coach Massimo Di Gregorio comincia a risvoltare il roster, dando spazio pure ai giovanissimi, ma il prodotto non cambia, visto che la Cstl (39-63 al 30’) resta sempre a distanza di sicurezza. A mettersi in luce (e non è la prima volta nel torneo) è il baby Giuseppe Cascone (classe 1994) che segna a ripetizione e calamita rimbalzi ad iosa, tanto da non far rimpiangere Mammana.
Nel prossimo turno, per la Nova Virtus altra delicata trasferta sul campo di Licata.