Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1170
RAGUSA - 21/10/2012
Sport - Basket: troppo giovane la squadra di casa che si arrende subito ai ragusani

Nova Virtus passa facile ad Adrano, 58-78

Domenica sfida di alta classifica contro l’Aretusa di Paolo Marletta

Adrano - Nova Virtus: 58 - 78

Nova Virtus: Sorrentino 10, Mammana 10, Licitra 12, Iabichella 18, Distefano E. 7, Distefano M. 6, Di Grandi 10, Pace , Scalone, Cataldi, Girgenti, Pellegrino 2. All. Di Gregorio.


Vince addirittura in surplace la Nova Virtus nella prima trasferta dell’annata. I ragusani, infatti, si sono imposti per 58-78 sul temuto campo di Adrano. I giovani allievi di coach Morelli, invero, si sono rivelati ancora troppo imberbi per il rodato quintetto di Massimo Di Gregorio che ha dominato il match sin dallo start-up.

Gli ospiti, in effetti, fanno valere da subito la loro maggiore supremazia tecnica e fisica, allungando il passo già nel primo «tempino» (14-21 al 10’). Appena Sorrentino e soci serrano le fila difensive, per Adrano è notte fonda ed il gap comincia ad ampliarsi a dismisura. Gli iblei concedono appena 6 punti agli adraniti e di contra segnano a raffica, con i soliti Sorrentino, Licitra, Mammana e Iabichella sugli scudi, ben supportati da Enrico e Matteo Distefano. La Nova Virtus, perciò, va all’intervallo lungo sul confortante 20-42.

Non c’è partita neanche alla ripresa, anzi i virtussini fanno il bello e cattivo tempo, malgrado il tecnico ospite abbia già iniziato a risvoltare il quintetto come un calzino. La frazione si chiude sul 37-61 con la gara, se mai dubbio ci fosse stato, già in cassaforte per la Nova Virtus.

L’ultimo quarto è buono solo per dare modo allo staff-tecnico biancazzurro di ruotare tutti gli effettivi a disposizione, con il sedicenne Roberto Di Grandi invasato e capace di cogliere pure la doppia cifra ed il quindicenne Giovanni Pace che trova, dopo il buon debutto con la Vigor Santa Croce, i primi canestri in C regionale.
Domenica, però, sarà tutt’altro musica. Al PalaPadua sarà di scena il Sant’Agata Li Battiati che, dopo la sfortunata partita d’esordio a Licata, nell’anticipo di sabato ha superato, seppur di misura, l’Aretusa (60-59) di Paolo Marletta, tra le candidate alla vittoria finale.