Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 678
RAGUSA - 16/10/2012
Sport - Calcio, serie D: la sconfitta contro il Città di Messina ha frenato la corsa degli azzurri

Oggi il Ragusa torna in campo a Messina per la Coppa Italia

Gli azzurri affrontano ancora il Città di Messina ed hanno subito l’occasione di rendere pan per focaccia gli uomini di Rando
Foto CorrierediRagusa.it

Il Ragusa torna oggi in campo al "Celeste", ore 15, per affrontare il Città di Messina. Il tecnico Anastasi farà ruotare alcuni uomini ma deve fare i conti con le squalifiche di Raimondi, Milazzo, Caffarelli e Nassi. Anastasi utilizzerà Falco in porta e la coppia centrale formata da Gona ed Alderuccio; in campo anche Panepinto, Crucitti, Di Vita, Iozzia ed Alma. Un Ragusa giovane che non parte tuttavia battuto e vuole rendere pan per focaccia agli uomini di Rando per vendicare la sconfitta di appena tre giorni fa.

La sconfitta con il Città di Messina

Amarezza per il risultato, soddisfazione per la prestazione. Sono questi i sentimenti che prevalgono in casa azzurra dopo la seconda sconfitta interna della stagione. Contro il Città di Messina è parso di rivedere il film già visto alla prima giornata contro il Savoia. Ancora una volta gioco in mano agli uomini di Peppe Anastasi ma risultato a favore degli ospiti.

Certo la prestazione di alcuni uomini, a cominciare da capitan Bonarrigo non è stata all’altezza delle giornate migliori ma il Ragusa mette nel conto anche la traversa di Daniele Arena (nella foto) e un’occasionissima sbagliata da Panatteri. Ha pesato inoltre l’espulsione di Raimondi. E’ la terza volta in sei giornate che il Ragusa finisce in inferiorità numerica ed il fenomeno deve essere risolto alla fonte. La società dovrà intervenire con argomenti «convincenti», leggasi multe, per convincere i giocatori che non possono fare di testa propria e lasciare i compagni in difficoltà.

Gli effetti si vedono già nella gara di Coppa Italia al Celeste contro il Città di Messina. Una sfida che si replica ma che il Ragusa giocherà con l’handicap della rinunzia a Nassi, Raimondi, Milazzo e Caffarelli tutti squalificati. Anastasi, anche lui squalificato, non potrà concedersi il turn over ed utilizzerà a tempo pieno Antonio Crucitti che si è rivisto in campo in buona forma. La formazione di Coppa ricalcherà dunque quella andata in campo proprio contro i peloritani e l’augurio è di rendere pan per focaccia agli uomini di Rando.

E´ successo domenica:
Ragusa – Città di Messina 0-1
Marcatore: 31′ pt Saraniti

Ragusa: Ferla, Piluso, Gona, Buscema (35′ st Di Vita), Fontana, Alderuccio, Spampinato (17′ st Crucitti), Foderaro, Panatteri, Bonarrigo, Arena (25′ st Alma). In panchina: Falco, Milazzo, Nassi, Iozzia. Allenatore: Giuseppe Anastasi (squalificato, in panchina Stracquadaneo).

Città di Messina: Taranto, Cappello, Mondello, Giannuzzi (28′ st Munafò), Cordima, Frassica, Camarda (31′ st Giardina), Assenzio, Saraniti, Tiscione, Citro (36′ st Bombara). Allenatore: Pasquale Rando.

Arbitro: Detta di Mantova.

Note: espulso: 22′ st Alderuccio


Andrea Saraniti tira un brutto scherzo al Ragusa. E’ il classico gol dell’ex che regala tre punti al Città di Messina e condanna il Ragusa alla seconda sconfitta casalinga. Nella ripresa gli uomini di Anastasi, in tribuna perché squalificato, hanno cercato in tutti i modi il pareggio colpendo anche una traversa con Arena, ma sono rimasti in dieci al 22′ per l´espulsione di Alderuccio. Gli uomini di Rando, in superiorità numerica, hanno sfiorato due volte il raddoppio e sofferto un po´ nel finale.

La gara si è sbloccata al 31′: Citro trova il varco giusto per servire Saraniti, l´attaccante palermitano controlla in area e calcia da distanza ravvicinata battendo Ferla e per il bomber è il quinto gol in campionato. Il Ragusa reagisce e si affida di nuovo ai calci piazzati di Bonarrigo, ma il destro su punizione del numero 10 ragusano in questa occasione è leggermente impreciso e il pallone termina alto oltre la traversa. Ben più pericoloso al 35′ Spampinato, che raccoglie a centro area un cross da destra di Foderaro, stacca indisturbato ma di testa manda a lato.

Al 37′ ospiti insidiosi con il consueto affondo di Tiscione, che prende palla a sinistra, dribbla un avversario e batte a rete, Ferla copre bene il primo palo e devia in corner. Sull´angolo che segue, battuto da Camarda, è Frassica ad avventarsi sul pallone e a colpire di testa senza però inquadrare la porta. Al 39′ nuovo tentativo da fuori del Ragusa: il destro di Gona è bloccato a terra da Taranto. La squadra di casa si rende pericolosa anche al 42′: al termine di un´azione insistita, è Spampinato a sprecare un´ottima occasione a due passi dalla porta avversaria. Il Ragusa chiude in avanti ma, nonostante una serie di corner conquistati, non riesce ad impensierire Taranto.

Parte forte il Ragusa nella ripresa e al 3′ Arena cerca il gol con un gran destro dal limite che va a sbattere contro la traversa. Al 22´ l´espulsione di Alderuccio che condizionerà in negativo la condotta di gara degli azzurri. Il difensore si rivolge male al direttore di gara ed è espluso. Al 24′ occasionissima per gli ospiti: Mondello recupera palla a sinistra, supera con un tunnel il primo avversario, percorre 60 metri di campo, entra in area e serve a Citro un pallone da spingere comodamente in rete: l´attaccante però calcia male e non trova la porta. Passano pochi minuti e la squadra di Rando costruisce un´altra una grandissima chance per il raddoppio: è il 28′ quando Saraniti si incunea di forza nell´area avversaria e, a tu per tu col portiere, calcia di potenza trovando la respinta di Ferla; sugli sviluppi dell´azione Fontana, nel tentativo di liberare, manda la palla sul palo rischiando l´autogol. Finisce con i tentativi del Ragusa di pareggiare con Alma e Foderaro, ma i due tiri vanno di poco fuori. Mercoledì si replica, ma in Coppa Italia, al "Celeste".

I risultati della 7ma giornata di andata (14 ott. 2012)

Acr Messina - Paternò 0 - 0
Acireale - Agropoli 0 - 0
Licata - Palazzolo 2 - 2
Nissa - Ribera 0 - 0
Cosenza - Comprensorio Montalto 0 - 3
Pro Cavese - Vibonese 2 - 1
Ragusa - Città di Messina 0 - 1
Sambiase - Gelbison 0 - 2
Savoia - Noto 3 - 0


La classifica:
Gelbison 17
Savoia 15
Messina 14
Città di Messina 13
Cosenza 13
Paternò 12
Ragusa 11
Comprensorio Montalto 10
Sambiase 10
Agropoli 10
Vibonese 10
Pro Cavese 7
Ribera 6
Palazzolo 5
Acireale 5
Noto 4
Nissa 4
Licata 3