Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 795
RAGUSA - 01/08/2012
Sport - Basket: si attende ora un’ "ala" con grandi doti tecniche e fisiche

La Passalacqua Ragusa "tenta" Gianni Recupido

Con coach Nino Molino i confermati Maurizio Ferrara ed il direttore sportivo Emanuele Marino. Recupido avrebbe di fatto la responsabilità del settore giovanile

Arrivano anche il play Agnese Soli e la guardia Virginia Galbiati in casa Passalacqua. Manca, perciò, l’ultimo tassello per completare il roster della formazione iblea di A2, ossia l’ala forte (e si tratterà, ancora una volta, di un’atleta di gradi doti tecniche e fisiche, oltre che di sicuro affidamento), ma i rumors più dirompenti delle ultime ore, in seno al club biancoverde, riguardano lo staff-tecnico.

A conferma, infatti, che il progetto del presidente Gianstefano Passalacqua non è incentrato sulla estemporanea «passionaccia» del patron e sull’obiettivo dichiarato di puntare alla massima serie, nell’èquipe tecnica della Passalacqua, potrebbe entrare a far parte anche Gianni Recupido, il giovane ma valentissimo tecnico che negli ultimi anni ha guidato la Nova Virtus Ragusa. In seno allo staff-tecnico, che sarà guidato da un coach pluridecorato come Nino Molino (accanto a lui, i confermati Maurizio Ferrara ed il direttore sportivo Emanuele Marino), Gianni Recupido avrebbe di fatto la responsabilità del settore giovanile, le cui fondamenta sono state poste appena da un biennio.

L’ex della Nova Virtus avrebbe il compito non solo del reclutamento, peraltro a livello provinciale, ma graviterebbe, in prospettiva futura, anche nell’ambito della prima squadra, per maturare un’esperienza, appunto a livello di basket femminile, che ancora non gli è propria. Il «pour parler», tra il presidente e Recupido, non è invero una novità, ma quest’anno più che mai le… rose sembrano destinate a fiorire.

Tornando alla rifondazione della prima squadra, come accennato, agli ingaggi di Milica Mikovic, Anna Caliendo e del pivot della nazionale greca Pelagia Papamichail, si sono aggiunti quelli del play ex Termocarispe, Agnese Soli, 25 anni, che con l’ex alcamese Caliendo formerà una cabina di regia ricca di fosforo e di inventiva (per la Soli manca unicamente l’ufficialità ma il contratto è già vergato), nonché quello della guardia-ala ventenne, nazionale giovanile, Virginia Galbiati, «pupillo» di coach Molino, fresca reduce da un raduno «azzurro» con il tecnico messinese. Anche in questo caso, da definire solo pochi dettagli.

Top secret invece sul nome della «4». Il riserbo assoluto si spiega con la concorrenza accesissima sull’atleta. A completare la compagine le confermate Chimenz, Mazzone, Valerio e Sarni. La Passalacqua esordirà il 7ottobre al PalaPadua contro la Dike Napoli e la settimana successiva sarà ad Ancona. La novità nel girone (dove ci saranno ancora i due team spezzini) sarà rappresentata dalla quotata Bologna.