Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1367
RAGUSA - 25/07/2012
Sport - Calcio: il presidente Giuseppe Rimmaudo ha chiesto massimo impegno e rispetto per la maglia

Il Ragusa si prepara. In programma 4 amichevoli

Comiso, S. Croce, S Pio Catania ed una squadra professionistica le avversarie nel pre campionato
Foto CorrierediRagusa.it

Primo giorno di lavoro del Ragusa. Vecchi e nuovi (nella foto) si sono radunati, come da programma all’Aldo Campo, agli ordini di Peppe Anastasi. Prima il fervorino del presidente Giuseppe Rimmaudo che ha chiesto ai giocatori di onoraare la maglia e dare il massimo per il progetto Ragusa. Franco Cassarà da parte sua ha insistito sulla correttezza in campo e fuori ed ha annunciato l’ultimo arrivo in casa azzurra. Si tratta dell’under Antonio Caffarelli, 93’, difensore, lo scorso anno alla Vigor Lamezia in Seconda Divisione. Poi nel pomeriggio il via alla preparazione vera e propria. La squadra lavorerà per questa prima fase fino al 13 agosto e disputerà tre amichevoli con Comiso,. S. Croce e S. Pio Catania. Da definire l’ultima amichevole che Anastasi vuole disputare con una squadra di serie superiore.

Il progetto di Mister Peppe Anastasi

Peppe Anastasi, nuovo allenatore di una squadra rinnovata ha le sue certezze:

«Abbiamo messo su una squadra sicuramente importante che potrà disputare certamente un buon campionato. Ma non possiamo e non dobbiamo illudere nessuno. Abbiamo un programma di due anni nel quale riuscire a centrare qualcosa di più che un´onesta salvezza. Quello che ci prefiggiamo quest´anno è proprio di salvarci senza eccessivi patemi d´animo, per poi cercare di superarci il prossimo anno. Non dimentichiamoci che fino all´anno scorso ci sono state squadre che hanno speso tantissimo e che poi non hanno fatto nulla. Dunque dobbiamo restare con i piedi ben piantati per terra, essere coscienti dei nostri mezzi, ma non creare false illusioni dato che il campionato che andiamo a disputare sarà quanto mai lungo e difficile e la concorrenza sarà molto agguerrita. Per quanto ci riguarda, ripeto, cercheremo di fare la nostra parte».

Tanti i giocatori che hanno già lavorato con Anastasi, ma anche molti volti nuovi, oltre che per il pubblico ragusano, anche per lo stesso tecnico. «Le caratteristiche di questa squadra - spiega il tecnico azzurro - sono sicuramente offensive visto che noi giocheremo con quattro punte (con il 4-2-4 n. d. r.). Questo, almeno, è il modulo con il quale ho giocato e con cui ho in testa di fare scendere in campo anche il Ragusa. Poi, ovviamente, saremmo pronti a cambiare in corsa se ci dovessimo accorgere che non sarebbe la soluzione migliore. Per quanto riguarda i giocatori, a parte tutto il gruppo dei ragazzi che è stato già con me a Palazzolo la passata stagione, sono curioso di vedere all´opera gente come Crucitti, Foderaro e Raimondi, che per me sono nuovi anche se ovviamente li conosco bene. Ma ci sono anche molti giovani promettenti».

Il nuovo Ragusa è praticamente fatto: con Ferla in porta, difesa a quattro formata da Alderuccio e Raimondi (o Fontana) al centro e Gona (´93) e Piluso (´92) esterni, a centrocampo ci sarebbe posto per Crucitti e uno tra Iozzia (´93), Buscema (´94) e Alma (´94), e in attacco troverebbero spazio Bonarrigo, Panatteri, Foderaro e un altro juniores (´93 o ´94 a seconda delle scelte che verrebbero effettuate a centrocampo).

A completare la squadra il portiere Angelo Falco, i centrocampisti Davide Messina (1993), Alessio Milazzo e Alessio Nassi (1994) e gli attaccanti Davide Spampinato e Antonio Incravaglia (1994).