Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 647
RAGUSA - 21/06/2012
Sport - Scherma: è il terzo successo consecutivo nella competizione continentale

Avola campione europeo ma riserva alle Olimpiadi

La squadra azzurra ha battuto in finale la Francia confermando il suo assoluto valore. Non convincono le scelte olimpicche del C.t. Stefano Cerioni

Da Legnano arriva il primo posto per Giorgio Avola. Nella finale di fioretto la squadra maschile formata da Andrea Cassarà, Andrea Baldini, Valerio Aspromonte e Giorgio Avola, si è infatti confermata campione d´Europa, vincendo il terzo titolo continentale di fila, dopo quelli di Lipsia 2010 e Sheffield 2011. Nella riproposizione della finale dello scorso anno, l´Italia ha ribadito il suo ruolo di leadership continentale superando la Francia per 45-34.

"E´ stata una vittoria meritata e di tutto il gruppo - ha commentato il Commissario tecnico della Nazionale azzurra di fioretto, Stefano Cerioni - Questa è una squadra composta da quattro atleti di talento. Per la prova olimpica individuale si è stati costretti a fare delle scelte, ma so di potere contare su ciascuno dei componenti di questa squadra".

Per Giorgio Avola la terza vittoria agli Europei ha assunto quasi il sapore della beffa visto che il fiorettista modicano andrà alle Olimpiadi di Londra solo da riserva. Il commissario tecnico Stefano Cerioni infatti gli ha preferito Valerio Aspromonte. Un scelta che non ha convinto nemmeno in ambito federale e che lo stesso Cerioni non ha voluto commentare.

Alcuni anticipano anche che Cerioni possa pagare con il posto subito dopo le Olimpiadi soprattutto se la sua squadra non raggiungerà risultati di livello. Ai vertici della Fis insomma le scelte di Cerioni non sono piaciute anche perchè non sono state motivate dal punto di vista tecnico.

Avola ha pagato un inizio di stagione incerto ma aveva recuperato posizioni sia a Seoul sia a S. Pietroburgo ed ora con il primo posto agli Europei. Stupisce dunque la scelta del commissario tecnico anche perché Valerio Aspromonte si trova alle spalle di Avola nel ranking. Giorgio Avola dovrà dunque accontentarsi e guardare già al futuro visto che a 22 anni ha ancora la possibilità di almeno altre due Olimpiadi.