Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 582
RAGUSA - 15/05/2012
Sport - Calcio: dopo la promozione in serie D si comincia a parlare di programmi

Rimmaudo: "Il Ragusa è solo sulle mie spalle"

Il presidente incontrerà al più presto Cesare Sorbo e Pino Rigoli per capire se ci sono le condizioni per riconfermare il duo della promozione
Foto CorrierediRagusa.it

Giuseppe Rimmaudo (nella foto) si guarda attorno dopo la festa. L’appello che ha rivolto alla città per aiutarlo nella gestione del Ragusa calcio dopo il ritorno in serie D non ha finora trovato alcuna risposta. Disinteresse assoluto.

Dice il presidente: «Devo dire che fino ad oggi nessuno si è fatto avanti per dare una mano; lo stesso sindaco, pur dispiaciuto, non ha potuto che allargare le braccia, rivelando di non essere in condizione di dare un contributo. La crisi inoltre ha fatto sì che qualcuno degli sponsor deve ancora darci quanto stabilito per la passata stagione . Di conseguenza dovrò vederci molto chiaro prima di prendere qualsiasi decisione. La serie D è molto più impegnativa dell´Eccellenza ed impone maggiori spese, quindi bisogna andarci cauti».

A questo punto è prematuro parlare di programmi tecnici perché tutto si baserà sulla possibilità di investimento. Il presidente comunque ha le idee chiare: «Se le richieste di Cesare Sorbo e Pino Rigoli saranno in sintonia con lo stato delle cose, non solo non avrò alcuna remora per la riconferma, ma ne sarò contento: entrambi hanno lavorato molto bene. Certo, non si tratta di un discorso da avviare domani, però dobbiamo cominciare a parlarci in tempi abbastanza brevi, nell´interesse del Ragusa e di tutti».


Presidente non mollare
17/05/2012 | 9.02.30
Alessandro

Caro Presidente intanto grazie per tutto quello che ha fatto e per avere riportato il calcio che conta a Ragusa, la invito a non mollare in quanto sono sicuro che i ragusani "veri" risponderanno con i fatti a suoi appelli di cooperazione. Nella speranza che il Ragusa calcio diventi sempre più grande la saluto e sempre FORZA RAGUSA