Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 374
RAGUSA - 02/05/2012
Sport - Il torneo si è disputato sui campi di tiro della Freeshots a Scoglitti

Damiano Scollo vince il 1° torneo di tiro con la pistola

Il carabiniere pozzallesse ha prevalso nell’arso delle sei prove della competizione

Damiano Scollo si è aggiudicato il primo torneo provinciale di tiro con la pistola «Mare – monti» che si è tenuto presso i campi di tiro dell’Associazione sportiva Freeshots di Scoglitti per l’organizzazione dello Sportgun di Scicli. La gara ha da subito visto protagonista l’atleta pozzallese Damiano Scollo, che, nonostante fosse già il quasi matematico vincitore del torneo visti i precedenti risultati ottenuti si è ugualmente cimentato nella prevista prova di tiro celere e dinamico conseguendo un totale di punti 280+4 mouches su 400.

Il punteggio, risultato il più alto della mattinata è stato superato solo poco prima della fine, a seguito della prova effettuata dal vittoriese Biagio Mongiovì, che in sordina ha chiuso realizzando il notevole punteggio di 291+8 mouches. Il messinese è stato dunque il vincitore della singola manifestazione, ma non abbastanza utile per impensierire l’atleta pozzallese ai fini del torneo, che, grazie ai precedenti e meritevoli risultati è risultato campione del 1° torneo provinciale Mare Monti.

La classifica generale infatti, in relazione alla somma dei 4 migliori risultati ottenuti su sei prove vede, Damiano Scollo in prima posizione con punti 1112+10, seguito dal comisano Febronio Giannone con punti 1083+10 ed infine proprio il vittoriese Biagio Mongiovì che con punti 1074+13 soffia la terza posizione a Giovanni Novara che conclude il torneo con un totale di punti 1065+5.

Damiano Scollo, carabiniere, non mai avuto «vita facile» in tutto il torneo, specie per quel che riguarda la tenacia di Febronio Giannone che sin dalla prima gara non gli ha mai concesso tregua dimostrandosi avversario di temibile dall’elevata preparazione tecnico pratica.