Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:04 - Lettori online 1647
RAGUSA - 30/04/2012
Sport - Basket: dopo la vittoria in gara 1 bisogna far bene a Napoli

Passalacqua Ragusa oggi a Napoli per la promozione in A1

Le ragazze di coach Savini sono in grande forma e possono chiudere la sfida Foto Corrierediragusa.it

Dopo solo 48 ore da gara 1 la Passalacqua ritorna in campo per la seconda partita dei play off promozione. La squadra infatti affronta stasera al PalaBarbuto di Napoli la Job Gate che ha battuto al PalaMinardi per 63 - 51 domenica scorsa. La partita sarà diretta da Gregorio Cannoletta di Caserta e Marco Leggiero di Brindisi. Coach Marco savini può contare su un quintetto in grande forma, convinto dei propri mezzi e di potercerla fare ad agguantare la promozione.

Coach Marco Savini è contento della risposta delle sue atlete all´impatto con i playoff: "Domenica abbiamo giocato forse il miglior primo tempo della stagione. Poi la gara si è incattivita, noi ci siamo irallentando un po´, anche se devo dire che anche in questo frangente la squadra mi è piaciuta, perché non si è lasciata intimorire ribattendo a ogni colpo subito. Non ho più aggettivi per definire la prova di Clarisse Machanguana che, ha stravinto la sfida tra le due migliori lunghe del campionato. Bene anche Mazzone e Manzini e, in fase difensiva, grande il lavoro spesso invisibile ma assai efficace di Chimenz, Bestagno e Machanguana".

Questo il dettaglio di gara 1:


Passalacqua Ragusa-Job Gate Napoli 63-51

Passalacqua Ragusa: Cappellone ne, Buzzanca 11, Mazzone 9, Chimenz, Machanguana 20, Bestagno 9, Kouznetsova 3, Manzini 11, Cataldi ne, Valerio. All. Marco Savini.

Job Gate Napoli: Calamai 7, Gambardella, Giordano 4, Ferretti 9, Innocente 6, Tomova 13, Consorti 2, Esposito 1, Baggioli 9, Di Stefano ne. All. Massimo Romano.

Arbitri:: Guido Guida ed Emanuele Nicosia di Trapani.
Parziali: 18-6, 36-14, 47-29.


Grande impatto della Passalacqua sui playoff che valgono la promozione in serie A1. Garauno dei quarti di finale ha visto le ragusane superare la Job Gate Napoli al termine di una partita dura.

Nel catino del PalaMinardi ha giganteggiato Clarisse Machanguana (nella foto) che alla fine ha totalizzato una valutazione di 40 (per lei 20 punti e 18 rimbalzi). Eppure di fronte aveva la bulgara Milena Tomova che le statistiche hanno eletto miglior rimbalzista del campionato.

Ragusa è stata precisa dal perimetro (46% da due, 28% da tre), fredda ai liberi (16/21) e ha dominato sotto canestro (51 rimbalzi contro 32). E questo nonostante coach Marco Savini (già rassegnato a giocare i playoff senza Valeria Carnemolla) alla vigilia sia stato costretto a rinunciare all´apporto di Silvia Sarni (bloccata da problemi intestinali) e abbia schierato una Lia Valerio non al meglio della condizione. La risposta delle ragazze (sostenute da un pubblico sempre più numeroso e caloroso) è stata eccellente.

Capitan Mara Buzzanca ha subito ogni genere di colpi senza mai lasciarsi intimorire, Federica Mazzone si è assunta grandi responsabilità, Lia Valerio ha stretto i denti offrendo il suo solito apporto, Ludovica Chimenz e Martina Bestagno hanno alzato (insieme a Machanguana) un muro difensivo di grande efficacia, Linda Manzini ha dimostrato di essere matura per giocare in quintetto con queste compagne, Svetlana Kouznetsova ha aggiunto classe ed esperienza nei momenti delicati.

La Passalacqua è partita fortissimo (6-0 al 2´ con sei punti di Clarisse Machanguana) e ha proseguito a ritmi altissimi replicando con una tripla di Buzzanca al canestro di Consorti, per poi allungare ancora con cinque punti consecutivi di Martina Bestagno (14-3 al 6´). Il vantaggio è frutto anche di grande applicazione in difesa (solo sei punti lasciate alle ospiti nel primo parziale) e nel secondo quarto la partita non è cambiata.

In apertura un break di 6-0 firmato da Buzzanca, Mazzone e Machanguana ha portato il punteggio sul 22-6 e, quando Napoli prova a riavvicinarsi con Giordano e Innocente (22-11 al 13´) due tiri pesanti di Linda Manzini e Svetlana Kouznetsova hanno illuminato sul tabellone il 28-11. La giovane play ha scaldato la mano e, rotto il ghiaccio, ha realizzato altri cinque punti. Ancora una volta è stata la difesa a esaltare il collettivo con soli otto punti lasciati alle campane nel secondo quarto

Napoli, però, non è squadra che si rassegni e coach Massimo Romano ha ordinato una difesa molto aggressiva. L´incontro si è scaldato. Napoli ha rosicchiato nel terzo parziale quattro punti alle siciliane e ha riaperto la partita quando un tecnico fischiato a Buzzanca (che prima era andata a canestro subendo un evidente fallo non fischiato dai direttori di gara) ha fruttato, grazie a Tomova, cinque punti (53-41). C´è stato ancora il tentativo delle campane di mettere paura alle ragusane (57-51 al 38´) ma ci ha pensato Linda Manzini con una tripla, quando mancano 75 secondi, a far esplodere il PalaMinardi e a sigillare garauno.