Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 884
RAGUSA - 01/05/2012
Sport - Calcio: la squadra ricevuta venerdì a palazzo dell’Aquila dal sindaco Nello Dipasquale

Giovedì il Ragusa festeggia la promozione col Catania

La gara si disputerà in notturna e sarà l’ultimo atto della stagione 2011 - 2012
Foto CorrierediRagusa.it

Giocatori, dirigenti e tecnici sono passati in questi giorni da festeggiamento a festeggiamento. Prima con i tifosi che anche al di fuori dal campo hanno voluto incontrare i protagonisti della promozione in serie D.

Venerdì sarà invece il giorno del ricevimento ufficiale a palazzo dell´Aquila, dove il sindaco Nello Dipasquale darà il benvenuto a tutta la squadra, artefice del salto nella categoria superiore. Al presidente Giuseppe Rimmuado sono anche arrivate le congratulazioni del presidente della provincia Franco Antoci.

La prossima settimana poi si svolgerà l´atteso incontro contro il Catania di mister Montella. la gara si disputerà giovedì alle 20.30 all´Aldo Campo. Sarà l´ultimo atto di una stagione che resterà negli annali della società.

La cavalcata del Ragusa


Un Ragusa record che ha inanellato tanti record che sarà difficile batterli tutti in una volta. Solo l’imperforabilità della difesa è sfuggita agli azzurri di Rigoli; 10 gol subiti contro i 7 del Città di Messina. Tutto il resto è nel segno del Ragusa che ora si gode la vittoria, la promozione ed anche la festa che probabilmente la prossima settimana sarà celebrata con una amichevole contro il Catania all’Aldo Campo in notturna. Bisognerà attendere la conclusione del campionato di serie A per conoscere la data dell’incontro.

Nel frattempo la dirigenza non sta con le mani in mano. Il presidente Giuseppe Rimmaudo sa che bisogna programmare ed ha già i suoi puti fermi. Il Ragusa ripartirà da Cesare Sorbo e Pino Rigoli, i due artefici della cavalcata degli azzurri. Il presidente non può non dare fiducia ai due e presto formalizzerà l’impegno anche se Rigoli chiederà garanzie tecniche in termini di uomini. L’allenatore infatti non ci sta ad un campionato anonimo e vuole ben figurare anche in serie D.

Il Ragusa già quest’anno con l’intelaiatura che si è ritrovato avrebbe potuto benissimo veleggiare nelle parti alte della classifica in D ma Rigoli chiederà almeno tre elementi, uno per reparto per irrobustire la squadra in termini di esperienza, quantità e qualità. E’ quello che chiedono anche i tifosi che vogliono rifarsi di tanti anni di anonimato.

Il Ragusa è intenzionato a ripercorrere le orme del Siracusa piombato in serie D e passato nel giro di due anni in Lega Pro oggi ad un passo dalla B.

E´ successo domenica:
Ragusa - Acicatena 4 - 0

Marcatori: 12 Arena (r), 24’ e 30’ Saraniti, 35’ st Sisalli

Ragusa: Pandolfo 6 , Gona 6.5, Milazzo 6.5, Parente 6.5, Fontana 6.5, Sapienza 6.5, Bonaffini 6.5 (3’st Sisalli 6.5), Pellegrino 6.5, Saraniti 6.5, (16’ st Corso 6 ), 6.5 (10’ st Costanzo 6.5), Buscema 6. All. Rigoli 6.5.

Acicatena: Saia 6 (43’ st Sciacca sv), Tutone 6, Reitano 6, Belfiore 6 (1’ st Giuffrida 6), Mannino 6, Campanella 6, Barcellona 6 (30’ st Vadalà sv), Patti 6, Marziale 6, Emanuele 6, Tosto 6. All. Coppa 6.

Arbitro: Pirrotta di Barcellona 6.5.


E´ stata la festa dei tifosi anche se la promozione in serie D era stata già metabolizzata a Modica quattro giorni fa. Contro l´Acicatena è stata una passerella dove nessuno si è voluto far male ed i tifosi hanno inneggiato ai loro beniamini.

Scontato dunque il risultato con il Ragusa che ha realizzato quattro gol di ottima fattura con i suoi cannonieri principe a cominciare da Saraniti che si è laureato capocannoniere del girone, Arena suo vice, e Sisalli, che sarà ricordato negli annali come l´autore della rete vincente contro il Città di Messina.

Il campionato 2011-2012

Stagione dominata da due squadre su tutte. Alla fine c´e l´ha fatta solo il Ragusa perchè è stato più continuo e soprattutto ha avuto una qualità superiore alla pur buona compagine del Città di Messina che potrà raggiungere la D attraverso i play out promozione. Non hanno dunque deluso le due corazzate che hanno stracciato record ed avversari. Le delusioni sono invece venute da due iblee. Il Vittoria partito con grandi ambizioni si è fermato a metà corsa per le continue rivoluzioni societarie e tecniche. Il Modica, retrocesso dalla D, rischia la seconda retrocessione consecutiva. Il cambio della dirigenza e del tecnico non sono serviti.

Altra delusione il Real Avola partito con il vento in poppa e poi arenatosi a metà strada. Bene le messinesi ed in particolare il Due Torri ma è stato un campionato caratterizzato da ritiri, fallimenti ed andamenti altalenanti delle società che ne hanno compromesso a volte il regolare andamento. Presidenti e società non ce la fanno più a sostenere i costi di un campionato che di dilettantisco ha ben poco.

Risultati della 15ma giornata di ritorno:

Aq. Caltagirone - Misterbianco 1 - 3
Atletico Catania - Modica 0 - 3 a tavolino
C. di Vittoria - Città di Messina 0 - 2
Due Torri - Real Avola 5 - 1
Leonzio - Orlandina 1 - 7
Ragusa - Acicatena 4 - 0
Taormina - Comiso 0 - 2
Trecastagni - Enna 5 - 1

La classifica

Ragusa 84 (promosso in D)
Città di Messina 79 (ai playoff)
Due Torri 56
Real Avola 47
Città di Vittoria 46
Trecastagni 43
Taormina 43
Acicatena 41
Orlandina 42
Comiso 41
Misterbianco 40
Modica 35 ai play out
Aquila Caltagirone 31(-1) ai playout

Atletico Catania 25 (-3) retrocesso
Leonzio 6 (-3) retrocessa
Enna 2 (-6) retrocesso