Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 730
RAGUSA - 19/03/2012
Sport - Basket: le ragusane di Savini perdono male e compromettono la vittoria in campionato

Passalacqua perde ma Bestagno va in nazionale

La pivot biancoverde sarà al raduno azzurro di tre giorni che si tiene a Roma da lunedì prossimo Foto Corrierediragusa.it

Mara Bestagno (nella foto) è stata convocata in nazionale. La notizia è stata accolta con grande entusiasmo sia dall´atleta sia da tutto il clan ragusano e certamente rilancerà il buon nome della Passalacqua.

La pivot biancoverde è stata selezionata dal coach Roberto Ricchini e fa parte del gruppo delle dodici atlete azzurre che per tre giorni lavoreranno insieme nella strutture dell´Acqua Acetosa.

L´atleta si unirà al gruppo azzurro dopo la trasferta che la Passalacqua disputerà in anticipo, sabato sera alle 21, sul campo della Consum.it Siena.

Il programma delle azzurre prevede allenamenti nel pomeriggio di lunedì 26 e nella mattinata di martedì 27, un incontro amichevole con una società maschile e, prima della fine del raduno, un´ulteriore seduta di allenamento nella mattinata di mercoledì 28.

La convocazione in Nazionale di Martina Bestagno conferma la bontà del lavoro svolto in queste utime settimane a Ragusa, agli ordini di coach Marco Savini, e rilancia in chiave azzurra l´atleta dopo l´esperienza internazionale vissuta in Repubblica Ceca.

E´ successo domenica:

La Spezia-Passalaqua Ragusa 76-62
Parziali: 20-12, 39-29, 59-42

La Spezia :Templari 11, Scopigno 3, Giacchè ne, Costa 12, Russo ne, De Pretto 2, Bonafede 23, Glaser 19, Soli 2, Sarti 4. All. Scanzani.

Passalacqua Ragusa: Buzzanca 18, Mazzone 2, Chimenz, Carnemolla 2, Machanguana 17, Sarni ne, Bestagno 6, Kouztensova 6, Manzini 7, Valerio 4. All. Marco Savini.

ARBITRI: Martino Galasso di Siena e Ettore Zanotti di Piacenza



La Passalacqua perde partita e primato. A La Spezia le ragusane, non solo hanno messo fine alla serie di otto successi consecutivi, ma hanno anche virtualmente perso il primato della classifica visto che, oltre a uscire sconfitte per mano di una diretta rivale, hanno anche compromesso la differenza canestri. La Spezia ha ora la possibilità di chiudere la regular season in testa al girone della serie A2 e la Passalacqua Spedizioni deve iniziare na pensare ai play off.

A La Spezia, Savini ha docuto ancora rinunciare all´apporto di Silvia Sarni ed ha schierato un quintetto con Valeria Carnemolla, Mara Buzzanca, Lia Valerio, Martina Bestagno e Clarisse Machanguana. L´impatto con la partita non è stato ideale e le repliche ragusane sono state affidate quasi esclusivamente a Clarisse Machanguana e a Linda Manzini.. Ragusa ha chiuso il primo parziale sotto di otto punti (20-12) e nel secondo parziale ha concesso altri 19 punti alle locali, nonostante i tentativi di Mara Buzzanca e Martina Bestagno di tenere in partita le ragusane.
Al ritorno in campo, il quintetto di Scanzani piazza subito, con Valentina Costa e Monica Bonafede, un parziale di 6-0 che porta il punteggio sul 45-29 e rende i tentativi di rimonta sempre più problematici. Ragusa prova a cercare con più insistenza Buzzanca che realizza sei punti consecutivi (47-35 al 24´), prima di essere ricacciata giù da Elisa Templari (56-40 al 29´). E così sarà ancora anche nell´ultimo parziale, con i tentativi di Ragusa di provare a mettere in discussione il risultato subito frustrati da una Termocarispe che non ha sbagliato proprio nulla, giocando quella partita perfetta che coach Maurizio Scanzani aveva preparato.

A Ragusa non è stato sufficiente l´aver tenuto in campo 39 minuti Clarisse Machanguana per ribaltare l´inerzia di un incontro che sin dai primi minuti aveva preso un indirizzo ben preciso.

Coach Marco Savini è deluso sia del risultato sia della prestazione delle sue atlete: "Ci è venuta a mancare - ha dichiarato il tecnico - l´intensità giusta per affrontare le spezzine che hanno meritato la vittoria, giocando una gara davvero eccellente. I complimenti alle nostre avversarie sono doverosi ma noi dobbiamo chiederci perché non siamo riusciti a mettere in una partita così importante ritmo e intensità. L´inerzia della gara è sempre stata in mano loro e non siamo quasi mai entrate in partita. Abbiamo compromesso anche la differenza canestri e ora non ci resta che lavorare con ancora maggiore impegno, perché il nostro campionato continua e la stagione è ancora lunga".