Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 961
RAGUSA - 12/03/2012
Sport - La partita finisce 74 - 55

L´esperta vicecapolista Acireale batte la Nova Virtus

La migliore Virtus si è forse vista nel secondo, durante il quale è riuscita a mantenere viva la gara, grazie ad una condotta coraggiosa ed una grande carica di aggressività

Venosan Acireale - Nova Virtus Ragusa 74 - 55

Venosan Acireale: Paolantonio 7, Martello, Naso 10, Grasso 2, Di Dio 9, Leoncavallo, Selan 13, Vazzana 17, Arcidiacono 5, Marzo 11. All. Foti

Nova Virtus Ragusa: Cassì 3, Distefano 4, Iurato 23, Salafia 4, Canzonieri 8, Emmolo 6, Terrana 1, Mammana 6, Pellegrino, Girgenti . All. Recupido.

Arbitri: Antonio Travia ed Aldo Travia

Note: parziali: 24-11, 37-32, 55-47, 74-55. Acireale: tiri da due 27-44 ; tiri da tre 2/14; tiri liberi 14/17. Ragusa: tiri da due: 19/41 ; tiri da tre 2/25 tiri liberi: 11/12 .


Troppo forte e troppo esperta la vicecapolista, per avere particolari difficoltà nell’imporsi sul suo parquet ad una Nova Virtus (in evidente ripresa) che ha fatto del suo meglio per l’intero incontro. Dopo una buona partenza (6-0 il parziale dei primi quattro minuti), gli iblei hanno tenuto il campo con disinvoltura fino alla fasi conclusive della prima frazione.

La migliore Virtus si è forse vista nel secondo, durante il quale è riuscita a mantenere viva la gara, grazie ad una condotta coraggiosa ed una grande carica di aggressività. Stesso copione anche nella terza frazione, caratterizzata da una buona rimonta che ha consentito il distacco minimo ( – 3 sul 34-34 al 21’ con tiro libero di Iurato),poi, nel quarto tempo, ha dovuto inevitabilmente cedere alla netta superiorità, anche sotto l’aspetto fisico, dei padroni casa.

In fondo nonostante la sconfitta non è cambiato nulla nel programma virtussino, perché il quintetto di coach Recupido aveva ampiamente messo in previsione la sconfitta, ma è scesa in campo decisa a dare battaglia e confermare i chiari progressi delle ultime gare (ultima persa in casa con Soverato esclusa).