Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 723
RAGUSA - 11/03/2012
Sport - Calcio: Orsa Ragusa – Troina rinviata per maltempo

Promozione: giornata storta per le iblee. Bene il S. Croce

Vince il Santa Croce, pareggia lo Scicli, perde la Virtus Ispica, grazie anche a troppi errori arbitrali a suo sfavore Foto Corrierediragusa.it

PROMOZIONE: risultati 10ma di ritorno:
Orsa Ragusa – Troina rinviata per maltempo
Santa Croce – Nicosia 2 – 1
Rosolini - Virtus Ispica 2 – 1
Scordia - Scicli 2 - 2


Giornata sfortunata per le ragusane impegnate nella 10^ giornata di ritorno in Promozione. Vince il Santa Croce, pareggia lo Scicli, perde la Virtus Ispica, grazie anche a troppi errori arbitrali a suo sfavore. Il pareggio dello Scicli che ha del clamoroso perché la formazione di Rosa e Tasca sul 2-2 al 92’ sciupava un calcio di rigore che se trasformato le avrebbero consentito di ottenere una importante vittoria. La palla tirata dal rigorista dello Scicli sbatteva sul palo e veniva raccolta dal portiere. Un secondo dopo l’arbitro decretava la fine della partita. Poteva essere il risultato più eclatante della giornata che dimostra però come lo Scicli è ormai una squadra ben assestata e con un collettivo di tutto rispetto, capace di affrontare allo stesso livello anche ben più quotate avversarie.

Anche il Santa Croce non ha bisogno di conferme perché la formazione di Buoncompagni marcia ormai su buoni livelli e tiene i ritmo di una squadra di alta classifica. Dall’inizio del girone di ritorno ha guadagnato ben 17 punti, registrando una sola sconfitta, cinque pareggi e quattro vittorie, che potevano essere qualcuna in più solo se la formazione non fosse incorsa a cali di rendimento sul finale partita e non ci fossero state delle sbavature tecniche veniali ma pagate a caro prezzo. L’undici biancazzurro oggi ha superato in scioltezza la quinta in classifica, il Nicosia di mister Serafino, che domenica scorsa aveva inflitto un pesante 4-1 al Rosolini. In grande evidenza il giovane Quintana e il centrocampista di fascia Consalvo, un elemento da serie superiore e che da solo detta i ritmi di gioco e produce tutte le azioni da gol in area avversaria. Tutta la squadra comunque ha giocato una buona partita. Non ce l’ha fatta la Virtus Ispica a superare il Rosolini che in casa si conferma squadra che non concede molto anche se stavolta i cremisi hanno avuto grossi regali arbitrali.

Già al 2’ l’arbitro non concedeva infatti un chiaro rigore alla Virtus Ispica per un evidentissimo fallo di mano di un difensore locale mentre non aveva remore ad espellere un giallorosso per un ipotetico fallo di mano. Due papere di un difensore e di un centrocampista ispicese spianavano la via del gol al Rosolini che chiudeva il primo tempo in vantaggio per 2-0. Nella ripresa la Virtus Ispica accorciava le distanze ma, sebbene in superiorità numerica, non riusciva a riportare la partita sulla parità.

Nella foto un´azione della partita Santa Croce - Nicosia