Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1166
RAGUSA - 04/03/2012
Sport - Basket: la rivale degli iblei vince nella lotta ai play out

Nova Virtus non replica e perde con il Soverato

Primi due quarti caratterizzati da un costante equilibrio
Foto CorrierediRagusa.it

Nova Virtus Ragusa - Ranieri Soverato 50 - 53

Nova Virtus Ragusa: Cassì 14, Distefano M. 2, Iurato 8, Salafia , Canzonieri 2, Emmolo 8, Terrana , Giarrusso 3, Mammana 13, Pellegrino. All. Recupido.

Soverato: Infelise 19, Lo Giacco 5, Vani 10, Venuto 8, Mercurio 2, Guzzo 4, Rizzo 5, Rotundo, Masciari. All. Olivadoti

Arbitri: Perrone di Catania e Di Mauro di Messina

Note: parziali: 15-16, 24-26, 37-43, 50-53 . Ragusa: tiri da due: 13/38 ; tiri da tre 4/30 tiri liberi: 12/15 ; Soverato: tiri da due 14/39: ; tiri da tre 3/10; tiri liberi 16/28.


Niente replica della vittoria dell’andata (prima della stagione) e preziosissimi punti persi (con tante recriminazioni e non pochi rimpianti) dai ragusani contro una rivale diretta nella lotta per i play out, al termine di una gara che ha detto abbastanza poco sotto l’aspetto tecnico (molti errori, anche da sotto, da entrambe le parti, palle facili perse in attacco, parecchia imprecisione nei passaggi) ma sempre molto accesa nel tono agonistico. Primi due quarti caratterizzati da un costante equilibrio, con i locali sempre ad inseguire ma che riescono a contenere il distacco in termini estremamente ridotti.

Dopo il riposo lungo i catanzaresi piazzano un break che li porta a più sette, ma l’orgoglio dei ragazzi di casa, spinti da un Cassì dalla mano calda e da un Mammana particolarmente incisivo riprende in mano la gara grazie ad uno spettacolare 10-0 accolto con grande entusiasmo dal pubblico. Poteva essere la svolta decisiva dell’incontro, ma nel momento cruciale una decisione dell’arbitro Pirrone (fallo apparso inesistente) seguito da un tecnico contestatissimo dal pubblico riportava avanti gli ospiti, che chiudevano il tempo con un immeritato più sei.

Però non era finita, e l’ultima frazione dimostrava di avere ancora in serbo tonnellate di adrenalina. Mammana continuava a spingere i suoi che sbagliavano parecchio ma rimanevano a galla, portandosi a meno 3. Nel convulso minuto conclusivo tre errori consecutivi nelle bombe da parte locale, un discutibile fallo (solo un tiro libero segno) per gli ospiti e l’ultimo, disperato tentativo da tre spentosi sul ferro a due secondi dalla sirena tra la delusione e l’amarezza di giocatori e pubblico di casa.

Nella foto Marcello Giarrusso della Nova Virtus