Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1093
RAGUSA - 25/02/2012
Sport - Rush finale del campionato con le formazioni ragusane ancora in corsa per la salvezza

Giro di boa del girone di ritorno di Promozione

L’Orsa Rg comincia per prima Foto Corrierediragusa.it

Partite 8^ giornata ritorno Promozione:

Orsa - Priolo

Santa Croce – Atletico Gela

Agira Nissoria – Virtus Ispica

San Sebastiano – Scicli


Il giro di boa del girone di ritorno di Promozione lancia il rush finale del campionato con le formazioni ragusane ancora in corsa per la salvezza e per la zona play off. Inizierà, come di consueto in questo campionato quando gioca in casa, l’Orsa del presidente Licitra che sabato pomeriggio gioca l’anticipo contro una diretta concorrente nella lotta per non retrocedere, il Priolo. Sebbene ultima in classifica, la formazione salesiana ci crede ancora nella salvezza, seppur raggiunta attraverso i play out. Per questo i biancorossi di Gulino si giocheranno il tutto per tutto contro la formazione siracusana che è certamente alla loro portata.

L’undici dell’oratorio salesiano deve però ritrovare la compattezza di squadra che ha avuto fino alla fine del girone di andata e soprattutto migliorare la resa in campo in termini di concretezza e capacità propositive. Grossa occasione per la Virtus Ispica sul campo di Nissoria contro l’Agira, anche questa squadra in cerca di punti-salvezza e per questo, sebbene il differenziale tecnico è nettamente a vantaggio dei ragusani, potrebbe non dare vita facile ai giallorossi allenati da Saro Monaca. La Virtus Ispica però non deve lasciarsi scappare l’opportunità di guadagnare dei punti preziosi per avvicinarsi alla zona play off, considerando che una diretta concorrente, il Nicosia, gioca in casa della capolista e non avrà la strada spianata nel portare a casa almeno un punto. Sfida tirata e all’ultimo spasmo sarà anche San Sebastiano - Scicli che metterà di fronte due formazioni in lotta per la salvezza.

Il fattore campo e un certo agonismo dimostrato dai nisseni nelle ultime partite (ne sa qualcosa la Virtus Ispica che ha faticato parecchio a superarli) sono degli elementi che giocano a favore dei padroni di casa ma lo Scicli è in netta ripresa e ha dimostrato che con le pari grado sa ben comportarsi. Il Santa Croce deve sfruttare il fattore campo e la voglia di proseguire il cammino di allontanamento dalla zona calda della classifica nella sfida contro l’Atletico Gela, squadra tonica e attualmente in gran forma, ben diversa da quella che lo stesso Santa Croce ha eliminato in Coppa Italia. Nei biancazzurri rientrano a disposizione del mister Buoncompagni sia Aprile che Russo, quest’ultimo in ballottaggio con Donato per un posto a centrocampo.

Altro ballottaggio è tra Consalvo e Incardona con il primo favorito non fosse altro per la prova incolore di sabato scorso a Priolo del secondo e, viceversa, la buona condizione dell’esterno destro arrivato a dicembre dimostrata nelle ultime partite. La formazione del Santa Croce dovrebbe quindi essere: Gurrieri, Sferrazza, Basile, D’Agosta, Buoncompagni, Iurato, Consalvo, Donato, Brugaletta, Quintana, Di Vita.