Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1541
RAGUSA - 20/02/2012
Sport - Basket: prova di maturità dei ragazzi di Recupido, ora a due punti dalla zona play -out

La Nova Virtus batte Gela e vede di nuovo la "luce"

Domenica trasferta proibitiva a Trapani Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa 68
Basket Gela 46

Nova Virtus: Cassì 6, Distefano M. 2, Iurato 4, Emmolo 6, Salafia 4, Canzonieri 19, Terrana 13, Distefano E., Mammana 7, Giarrusso 9. All. Recupido.

Basket Gela: Sanfilippo 6, Morana 2, Occhipinti 6, Paganucci 5, Radovanovic 3, Ventura, Caiola 10, Lombardo, Sorrentino 14, Uccello. All. Bianca

Arbitri: Rinaldi e Santoro di Caserta.
Note: parziali: 14-14; 32-29; 53-36. Nova Virtus: tiri da due: 18/41; tiri da tre: 8/23; tiri liberi 8/14; Basket Gela: tiri da due 13/35; tiri da tre 2/13; tiri liberi 14/25. Spettatori 500.


Nova Virtus straripante, si porta a sole due lunghezze dai nisseni e dal quel terz´ultimo posto che significa play-out, ma si morde le mani per non aver ribaltato il gap di 23 punti rimediato all´andata.

Sembra ormai una squadra di veterani; i babies si fanno persino furbi e lavorano ai fianchi per due tempi un roster ridotto ai minimi termini che sconta, malgrado l´innesto di Marco Paganucci (inguardabile, ma mette dentro i due liberi decisivi per mantenere a favore di Gela il computo degli scontri diretti), una condizione fisica e psicologica assai precaria, nonché il pessimo stato di salute del totem Bojan Radovanovic, stoicamente in campo, malgrado il virus intestinale che lo ha colpito prima della gara, ma senza costrutto alcuno (0/8 al tiro e 3 su 4 ai liberi, con 3 rimbalzi in 21´ di impiego).

E ci si mette pure, a giochi però fatti (34´), l´infortunio di Emanuele Caiola che rimedia una brutta distorsione alla caviglia. Insomma, Gela è messa davvero male, ma in avvio mette il muso avanti grazie alla striscia dell´ex Ale Sorrentino (8 punti quasi di fila) che danno il massimo vantaggio agli ospiti (10-3 al 3´), prima che lo strepitoso Giorgione Canzonieri ne infili 6 di fila (con Carlo Cassì che assesta una bomba delle sue) per la parità alla prima sirena (14-14 al 10´).

Gli allievi di Andrea Bianca sono già in affanno, ma con Caiola tengono botta, anche se la Nova Virtus prova ad allungare in tutti i modi. Marcello Giarrusso non sbaglia un tiro da due (3/3 e 1/3 da tre), ma ad issarsi è il totem Lucio Salafia, uscito dalla panca, che ne segna 4 di fila, raccatta un bel rimbalzo, recupera una sfera e rifila pure una stoppata. Terrana suggella per il top (32-27) ma Morana in 5 secondi ci mette una pezza prima dell´intervallo lungo (32-29 al 20´).

Alla ripresa la sensazione che i ragusani possano prendere il volo è davvero palpabile. Canzonieri apre con un siluro, ma c´è una nuova sfuriata dell´ex capitano Ale Sorrentino che vale il 38-34 al 22´. Poi Gela comincia letteralmente a sgretolarsi sotto i colpi di Canzonieri (10 punti in 5 minuti). Arrivano pure le triple di Cassì e Giarrusso che potrebbero indurre Occhipinti e soci ad issare bandiera bianca già al 30´ (53-36).

Ragusa è conscia di poter ribaltare la differenza canestri e forse per questo si «ingolfa», senza però rischiare mai più di tanto (53-41 al 33´) anche perché Gela in attacco è quasi un disastro e Sorrentino, l´unico a segnare visto che Caiola è scomparso di scena ancor prima dell´infortunio, ha 4 falli sul groppone ((3/5 da due e 2/4 da tre, appena 5/9 ai liberi per il grande ex del match).

Insomma, per la Nova Virtus sembra in discesa, ma Gela tira fuori le ultime energie, proprio quando Mammana potrebbe siglare il controbreak rispetto al meno 23 dell´andata. E´ Paganucci a 21 secondi dalla fine a segnare dalla linea della carità i due liberi della «sicurezza». A fare festa, però, è solo Ragusa che vede un sogno cominciare a... tingersi di realtà.

Domenica la Nova Virtus va a Trapani, forse solo a prendere qualche complimento. Ma la certezza di poter giocarsi sino alla fine ogni chance di salvezza non sarà scalfita. Nella foto Marcello Giarrusso al tio perimetrale

Risultati della 22ma giornata
Acireale – Paternò 79-56
Amatori Me – Soverato 83-57
Audax Rc – Trapani 49-112
Marsala – Canicattì 81-72
Racalmuto – Cocuzza 82-72
Nova Virtus – Gela 68-46
Rosarno Nuova Jolly Rc 79-63
Vis Redel Rc – Gravina 97-100

Classifica
Trapani 44
Acireale 34
Racalmuto 32
Racalmuto, Amatori, 30
Cocuzza, Marsala 22
Rosarno, Soverato, Vis Redel Reggio 20
Canicattì, Gravina 18
Nuova Jolly, Paternò 16
Gela 14
Nova Virtus 12
Audax Rc 10