Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 527
RAGUSA - 11/02/2012
Sport - Basket: i virtussini cercano il secondo successo esterno dopo quelo di Soverato

A Marsala la Nova Virtus prova ancora a vincere

Buon momeento di forma per i ragazzini di Gianni Recupido Foto Corrierediragusa.it

Contro il Marsala la Nova Virtus riproverà a vincerein trasferta (ad oggi, l’unico exploit resta quello di Soverato) e tenere viva la fiammella della speranza.

Reduce dal briIlante successo interno ai danni dell’Amatori Messina, quarta forza del torneo, i ragusani giocano Petrosino, la cittadina del Trapanese che ospita le gare interne della Nuova Pallacanestro Marsala, per rendere visita ai lilibetani, 20 punti in graduatoria, quinta in graduatoria (ma in coabitazione) e dunque impelagata in piena bagarre play-off.

Campionato, dunque, ancora lungo, con una Nova Virtus certamente in piena crescita. I virtussini, benché il cammino sia assai difficile, hanno il dovere di provare sino in fondo ogni strada che porta alla salvezza.

Il Marsala, allenato da Giuseppe Grasso, è formazione di buon spessore, con due atleti, in particolare, che stanno offrendo un eccellente rendimento: si tratta dell’ala Gaetano Festino, terzo nella classifica marcatori con 18,90 punti di media e quinto in quella dei rimbalzi con 8,85 «catture» a match, nonché di Marco Sisto, uno dei più eclettici e concreti totem del torneo, ottimo anche nelle finalizzazioni (è sesto in classifica con quasi 16 punti di media). I due lunghi marsalesi incidono pesantemente anche nel «colorato»: insieme proprio a Festino, Sisto è in auge anche nelle stoppate (0,50 di media per i due).
Il quintetto lilibetano, poi, è guidato in cabina di regia dall’estroso Matteo Baggioli (16. negli assist con 1,77 a gara) ed ha un altro punto di forza in Leonardo Fornasari, ala, con manina assai delicata dal perimetro.

Un team, insomma, di buona levatura, ma contro cui la Nova Virtus potrà confrontarsi alla pari, se sarà riuscita a serrare adeguatamente le fila in difesa, evitare lunghe amnesie ed a tenere assai alti i ritmi di gara.