Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 718
RAGUSA - 04/02/2012
Sport - Calcio: quinta di ritorno, il Rosolini mette l’Or.Sa. k.o., Scicli sugli scudi

A Leonforte il S. Croce "rischia" la vittoria, è 2 - 2

La Virtus Ispica incamera i tre punti a tavolino per il ritiro del Paternò

Il programma della 5a di ritorno:

Orsa – Rosolini 1 - 2
Scicli – Enzo Grasso 2 - 1
Leonfortese – S. Croce 2 - 2
Virtus Ispica – Paternò 3 - 0


Leonfortese 2 Santa Croce 2
Marcatori: 43´ pt. Carbonaro, 5´ st. Di Vita, 20´ st. Mannarò, 38´ st. Sferrazza.

Leonfortese: Arcati 6, Curcuruto 6, Messina 6, Percipalle 6,5, Benedettino 6,5, Fraponi 6, Lombardo 6 (45´ Mannarò 6,5), Favata 6, Spadaro, Carbonaro (27´ Screpis), Arpidone (dal 21´ Di Pasqua). Allenatore: Savoca.

Santa Croce Camerina: Guerrieri 6, Indigeno 6,5, Rimmaudo 6 (23´ st. Sferrazza 6,5), D´Agosta 6, Buocompagni 6 (45´ Basile 6), Iurato 6, Quintana 6, Donato 6, Brugaletta 6,5, Incardona 6 (15´ pt Manzella 6), Di Vita 6,5. Allenatore Buoncompagni.

Arbitro: Perrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.
Note: terreno appesantito dalla pioggia; ammoniti Curcuruto, Percipalle, Spadaro, Carbonaro.
Leonforte.

Su un campo che la pioggia e il nevischio caduto soprattutto prima della gara hanno reso piuttosto pesante, il Santa Croce è riuscito a strappare un punto alla più quotata Leonfortese.

La formazione di casa non è più quella delle prime giornate di campionato quando non sbagliava un colpo e in classifica filava in testa come un treno.
La Leonfortese ha dovuto fare i conti con un Santa Croce Camerina estremamente determinato e che sta attraversando una fase molto positiva, che sta fruttando i punti necessari per allontanarsi dalla zona pericolosa della graduatoria. Nonostante la buona prestazione, gli iblei si sono ritrovati sempre ad inseguire.

Il primo tempo scorre quasi tutto senza particolari sussulti, con le due squadre impegnate a fronteggiarsi soprattutto a centrocampo, con un gioco in qualche occasione anche piuttosto ruvido.

Or.Sa. Ragusa 1 Rosolini 2
Marcatori: 16´ Sottile, 13´st Gurrieri (r), 37´st Implatini. Or.Sa.: Licita 6, Guizzo 6, Agosta 6, Occhipinti 6, Milazzo 6.5, Rovetto 6.5, Caruso 6 (30´ st Cafiso sv), Minardi 6 (15´ st Languanti 6), Occhipinti 7, Guerrieri 7, Khayat 6. All. Gulino 6.

Rosolini: Limone 6.5, Cardile 6, Petrolo 6 (32´ st Salamone sv), Monaco 6, Lao 6.5, Nastasi 6,5, Sottile 6 (22´ st Cavallo 6), Pizzo 6, Implatini 7, Errante 6, Sirugo 6 (13´ st Azzaro 6). All. Garbano 6.

Arbitro: Tommasello di Messina 5,5. Note: espulso Limone.


Una punizione di Implatini sul finire di gara dà i tr punti al Rosolini ed affonda i salesiani. Partita giocata a viso aperto dall’Or.Sa che sono stati capaci di recuperare lo svantaggio che Sottile su punizione su dubbia punizione dava ai granata. Un rigore di Guerrieri dava il pari ai locali ma quando tutto lasciava supporre il pari finale la doccia fredda di Implatini dal limite. Per l’Or.Sa. la classifica ora è messa proprio male e la retrocessione è uno spettro incombente.

Scicli 2 Enzo Grasso 1

Marcatori: 7´ Donzella, 11´ Livia, 22´ st Scalora. Scicli: Bonuomo 6, Voi 6.5 (5´ st Ficili 6), Roccasalvo 6.5, Tasca 7.5, Savà 5.5, Battaglia 7, Gazzè 5.5, Livia 7, Scifo S. 6 (10´ st Assenza C. 5.5), Assenza E. 6 (32´ st Pitino sv), Donzella 7. All. Rosa.

Enzo Grasso: Fortuna 6.5, Bellofiore 6, Giummo 5 (1´ st Busà 5.5), Bruno 5 (1´ st Scalora 7), Rizza 6, Porchia 6.5 Pincio 6, Messina 7, Carrabino 6, Linares 6, Saraceno sv (33´ pt Luminario 5.5). All. Messina.

Arbitro: Cumbo di Agrigento 5.5. Note: Espulso al 33´ del st Savà.


Seconda vittoria consecutiva per lo Scicli che regola di misura i siracusani. Già al 7’ Donzella con un tiro da fuori porta in vantaggio i cremis, ed all’11’ ci pensa Livia a mettere al sicuro il risultato superando il portiere in uscita. Debole la reazione degli ospiti che si limita alla rete di Sclora. Secondo tempo con supremazia territroaile dei cremisi.

Archiviata già in anticipo quella fra la Virtus Ispica e il Paternò, con la formazione giallorossa che acquisirà i tre punti senza colpo ferire grazie all’esclusione dal campionato della formazione catanese.

Partita invece difficile, ma non impossibile, per il Santa Croce di mister Buoncompagni che andrà a fare visita all’ex capolista Leonfortese, insuperabile in casa, anche se nelle ultime giornate ha mostrato qualche segno di cedimento tecnico. L’undici biancazzurro ha dimostrato con il Rosolini, seppur sconfitto di misura, di essere una compagine di buon livello, il cui valore effettivo non corrisponde alla posizione che ha attualmente in classifica e che solo infortuni, squalifiche, clamorosi errori arbitrali e una buona dose di sfortuna non ha consentito alla squadra del presidente Marco Agnello di assumere ben altra posizione in classifica.

Il Santa Croce però in terra ennese va a giocarsi la partita a viso aperto, convinta che non ci sono difficoltà tecniche o tattiche tali da essere a priori inferiore agli avversari. Mancheranno solo Consalvo, squalificato e Aprile, infortunato, mentre ritornerà a centrocampo Ciccio Donato che ha subito dimostrato di innalzare il livello tecnico della squadra e di far funzionare a meraviglia il centrocampo e l’attacco.