Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1207
RAGUSA - 31/01/2012
Sport - Basket: dopo la terza vittoria in campionato recupero infrasettimanale per i virtussini

Nova Virtus a Paternò a caccia della 4a vittoria

Domenica si ritorna a giocare in casa contro l’Amatori Messina
Foto CorrierediRagusa.it

Turno infrasettimanale per la Nova Virtus, impegnata mercoledì nel recupero del match con il Paternò, valido per la 18ma giornata, che si sarebbe dovuto disputare il 22 gennaio, ma che fu rinviato a causa del blocco dei tir che paralizzò l’isola.

Nel catino paternese scenderà in campo una Nova Virtus non solo rinfrancata dal convincente successo di domenica scorsa al PalaPadua ai danni del Gravina, ma anche ancor più conscia di potersi giocare sino in fondo ogni chances di salvezza, peraltro, sempre estremamente ridotte.

Iurato e soci ce la metteranno tutta per violare il parquet della matricola etnea, reduce, dalla durissima batosta, rimediata a Trapani. La Nova Virtus vuole confermare i palesi progressi mostrati domenica scorsa, denotando, probabilmente, che è finalmente arrivato il momento dell’atteso salto di qualità. Una conferma che potrà essere «autografata» solo con un exploit in terra etnea.

Obiettivi molteplici, dunque, che muoveranno la Nova Virtus nella trasferta ai piedi dell´Etna contro una formazione che vanta ben 14 punti in classifica.
Tutto è possibile dunque , come d’altronde ama predicare coach Gianni Recupido.

E´ successo domenica:

Nova Virtus Ragusa 85
Sport Club Gravina 75

Nova Virtus: Terrana 13,Cassì 14, Distefano M. 2, Iurato 21, Emmolo 10, Giarrusso, Pellegrino, Canzonieri 7, Distefano E. 4, Mammana 14. All. Recupido.

Sport Club Gravina: Vitale 13, Gulinello 8, Consoli 5, Casiraghi 18, Caltabiano, Magrì, Verzì, Saccà 8, Russo L. 21, Barbera 2. All. Minnella
Arbitri: Sarda e Furnari di Piazza Armerina.

Note: parziali 21-20, 39-41, 62-54: Nova Virtus: tiri da due 26/49; tiri da tre 5/23, tiri liberi 18/23, Gravina: tiri da due 30/48, tiri da tre 1/5, 12/26 tiri liberi. Usciti per falli: Mammana (Nova Virtus e Vitale (Gravina): Spettatori: 300


La Nova Virtus contro il tosto Gravina concede il tris e, soprattutto, dimostra di non meritare il profondo gap che la separa dal resto del truppone. L´innesto di Mattia Terrana dà finalmente i suoi frutti, dato che il piccolo play nisseno veste i giusti panni di autentico leader e guida la squadra nel finale che era risultato in passato quasi sempre fatale agli iblei.

Schizzano al via quelli di casa con Mammana su di giri ed Emmolo ( piazza la tripla del massimo vantaggio (19-12 all´8´), ma l´indemoniato Russo cuce e ricuce sino alla sirena (21-20 al 10´). Gli ospiti, con un parziale di 2-10 a cavallo dei «tempini» mettono il muso avanti, coach Recupido lamenta con il «grigio» Sarda il «due pesi e due misure» ) e si becca pure il tecnico, ma Gravina non riesce ad allungare, malgrado gli acuti di Casiraghi, cui replica da par suo il prezioso Enrico Di Martino con 4 punti quasi filati. E´ Gulinello, però, che appare (ma solo per un attimo) sulla scena piazzando a fil di sirena il siluro del sorpasso (39-41 al 20´).

Il riposo lungo tonifica Carlo Cassì (nella foto) che impreciso da due (3 su 10), piazza due micidiali triple, mentre Giorgione Canzonieri si sacrifica in difesa su due totem ospiti, contenendo sinanco Luigi Russo (9/13 da due). Ale Saccà è nervoso e si sbatte a vuoto. A fare la differenza vera però è sempre il capitanino Carmelo Iurato, stoico su ogni fronte (9/12 da due, 3/3 ai liberi, 8 rimbalzi, 4 assist, 24 di valutazione). La frazione è tutta appannaggio della Virtus che nel finale vede entrare nel match anche super-Terrana che squarta la difesa etnea, dando il nuovo massimo vantaggio in penetrazione alla sua squadra quasi sulla sirena (62-54 al 30´).

La Nova Virtus parte benissimo anche nell´ultimo decisivo quarto, con Emmolo che fa la voce grossa e Terrana che sigla il top (70-58).
Mammana sbaglia incredibilmente da sotto, idem Cassì e Gravina riprende coraggio, anche perché il tecnico Minnella rischia Consoli. Ragusa non segna più dal perimetro e Gravina risale la china pericolosamente, arriva sino al meno 3 (72-69 a 3´.20´´) con i canestri del solito Russo e di Vitale. Dopo che Mammana e Iurato spezzano il brutto incantesimo, tocca a Mattia Terrana prendersi la responsabilità sulle spalle griffando un´entrata decisa e mostrandosi glaciale dalla lunetta, benché Gravina non demorda sino al gong di fine partita. Ma la Nova Virtus è di nuovo in fuga, ormai irraggiungibile.

Risultati della 19ma giornata

Amatori – Acireale 67-77
Canicattì – Audax RC 102-83
Gela – Racalmuto 71-82
Marsala – Rosarno 77-72
Nuova Jolly RC- Cocuzza 55-64
Nova Virtus – Gravina 85-75
Soverato – Vis Redel RC 67-60
Trapani – Paternò 102-48

Classifica

Trapani 36
Acireale, Recalmuto 30
Amatori Me 26
Redel Vis Rc, Marsala, Cocuzza 18
Soverato,Canicattì, 16
Gela, Soverato, Canicattì, Rosarno, Gravina, Nuova Jolly Rc, Paternò 14
Audax 10
Nova Virtus Ragusa 6

Audax, Vis, Gravina, Soverato, Cocuzza e Canicattì una partita in più