Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1132
RAGUSA - 09/01/2012
Sport - Il quintetto ragusano chiude il girone di andata al 4° posto in classifica

Seconda sconfitta consecutiva per la Passalacqua

Contro lo Spezia finale di gara disputato solo con 4 elementi per infortuni e malanni vari dlele atlete di Savini
Foto CorrierediRagusa.it

La Spezia - Passalacqua: 81 - 73
Parziali: 21-20, 40-39, 54-58.

La Spezia: Balleggi 10, Isacchi, Vujovic 6, Canova ne, Cimarosa ne, Azzellini 4,
Zampieri 9, Micovic 21, Mugliarisi 16, De Scalzi 15. All. Dragomir Bukvic.

Passalacqua Ragusa: Buzzanca 26, Mazzone, Chimenz 2, Carnemolla 3, Machanguana 20,Sarni 7, Kouznetsova 6, Manzini 7, Valerio 2. All. Marco Savini

Arbitri: Mambretti di Como e De Simone di Varese.



La seconda sconfitta consecutiva penalizza la classifica della Passalacqua Ragusa che, anche per via degli scontri diretti, chiude il girone d´andata al quarto posto, due punti sotto gli spezzini ed il Cus Chieti.

Le ragusane restano, così, fuori dal girone finale della Coppa Italia e sono costrette a iniziare il girone di ritorno nella veste di inseguitrici.

Sul campo dello Spezia, le ragusane hanno sofferto un´altra partenza ad handicap (6-0 al 2´ con due falli a carico di Valeria Carnemolla, 10-3 al 3´) prima di entrare in partita. Machanguana (nella foto) e Buzzanca hanno ridato coraggio alle compagne e costretto Balleggi al terzo fallo, con Kouznetsova e Manzini abili a ricucire lo strappo (19-16 all´8´ e 21-20 al 10´). A questo punto è ricominciata la partita che è stata bella, vibrante, giocata sempre punto a punto con la Passalacqua che all´11´, con Clarisse Machanguana, ha messo per la prima volta il naso avanti (21-23). La gestione della partita è stata resa ancora più complessa dalla situazione dei falli.

Già prima del riposo lungo (40-39), Clarisse Machanguana, Sveltlana Kouznetsova e Ludovica Chimenz si sono viste fischiare il terzo fallo. Nonostante questo, nel terzo parziale la Passalacqua Spedizioni accelera. Al 24´, il tabellone indica 44-49 e Balleggi torna in panca dopo il quarto fallo. L´inerzia sembra pendere dalla parte delle siciliane, ma il quarto fallo di Carnemolla, Chimenz e Kouznetsova e il terzo di Machanguana impongono a Savini rotazioni e avvicendamenti. Le ragusane difendono sempre in modo tosto e lasciano solo 14 punti alle spezzine.

L´ultimo parziale inizia sul 54-58. Al 33´ La Spezia è di nuovo avanti (63-62), ma Buzzanca e Machanguana con un altro colpo di reni spingono la Passalacqua sul 68-69 (36´). Due triple consecutive di Zampieri e un canestro di Balleggi creano un break di 8-0 che spezza in due la partita (76-69 al 38´), prima che il ricorso al fallo sistematico lasci la Passalacqua in campo con soli quattro elementi, anche a causa del forfeit dell´ultimo momento di Valeria Cappellone, bloccata da un attacco influenzale che ha costretto le ragusane a iscrivere a referto solo nove atlete.

Coach Marco Savini ha tratto da questa gara indicazioni comunque positive: "Diamo grande merito alle nostre avversarie. Credo che il pubblico si sia divertito ad assistere a una gara tra due delle migliori squadre del panorama della serie A2. La differenza è molto più limitata di quanto non dica il punteggio finale. Quando c´è così grande equilibrio, le partite sono decise da episodi e a noi ci sono andati tutti contro. Tra questi ci metto anche il metro della direzione arbitrale, risultato per noi molto penalizzante. Nel complesso, la squadra ha compiuto un sensibile passo avanti rispetto all´ultima esibizione, giocando una pallacanestro di buona qualità. Dobbiamo ancora recuperare alla migliore condizione qualche elemento e acquisire maggiore freschezza per poter essere competitive sino all´ultimo".