Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 893
RAGUSA - 07/01/2012
Sport - Calcio: lo Scicli fermato dal maltempo a Troina, pari interno del S. Croce contro il S. Sebastiano

"Ritorno" in Promozione: Or.Sa. e Virtus Ispica battute

I virtussini hanno ceduto sul campo del Nicosia nonostante il gol nel finale di La Vaccara

Nicosia 2 Virtus Ispica 1
Marcatori: 28’ Venticinque, 60’ autogol Ulma, 78’ La Vaccara.

S. Croce S. Sebastiano 0 - 0

Or.Sa Ragusa 0 Real Niscemi 3
Marcatori: 22´pt Di Gregorio, 31´ e 23´ st Testa.

Troina Scicli Rinviata per maltempo


E’ stata una giornata negativa per le iblee di Promozione Solo un pari, quello del S. Croce in casa, e due sconfitte. Per lo Scicli, fermato dalla neve a Troina, se ne riparlerà mercoledì 18 quando recupererà la gara. A Nicosia non è valso a nulla il tardivo gol di La Vaccara per recuperare. La Virtus Ispica, priva di Cervillera, ha subito il gol nel primo tempo ed è affondata dopo lo sfortunato autogol di Ulma. Sono rimasti chiaramente delusi mister Monaca e il vicepresidente Franco Donzello, ma dichiarano di non perdersi d’animo perché la Virtus è un’eccellente realtà calcistica e l’obiettivo del salto in Eccellenza resta ancora quello da centrare.

Un Santa Croce con le polveri bagnate sciupa una buona occasione per allontanarsi dalle zone della bassa classifica facendosi fermare sul pareggio da una formazione tutto agonismo e determinazione. La formazione ospite c’è riuscita grazie anche alla giornata poco brillante degli avanti biancazzurri. Il centrocampo,inoltre, ha dimostrato pure una scarsa chiarezza di idee nell’impostare il gioco e nel rifornire le punte stesse. Altro punto dolente è la «latitanza» del gioco sulle fasce degli esterni di centrocampo del S. Croce.

Consalvo stavolta ha avuto poche occasioni di fluidificare sulla fascia destra mentre Zisa, sull’altro versante di sinistra, non ha inciso più di tanto per cercare di offrire palloni giocabili alle punte, sebbene il ragazzo ha dimostrato con il S.Sebastiano un miglior gioco rispetto alle opache prove precedenti. La sua espulsione al 25’ della ripresa è più una coincidenza di eccessivo zelo da parte dell’arbitro che un vero e proprio atto di frustrazione del giovane juniores. Il primo lampo era proprio di Zisa al 6’ quando si liberava dal limite e tirava con il portiere che parava non senza difficoltà. Al 26’ la primavera azione da gol dei locali. Incardona recuperava palla sulla fascia sinistra, pennellava un preciso cross in area per l’accorrente D’Agosta che correggeva di testa in porta. La sua incornata però era centrale e veniva parata da La Russa. Al 32’ la prima azione degna di nota per gli ospiti conNasonte, dagli sviluppi di un calcio di punizione, che serviva Manganaro che in area sparava alto.

Nella ripresa al 17’ grossa occasione dei locali con Incardona che, servito da Russo in area, sferrava un tiro a rientrare che si perdeva alto soprala traversa. Al 36’ ancora Brugaletta,ben smarcato in area da Russo, si defilava sulla sinistra sferrando un tiro che coglieva il palo esterno. _


Or. Sa. Real Niscemi

Or.Sa.: Licitra 6, Massimino 6 (1´st Agosta 5), Fazio 6, Suizzo 6, Rovetto 6,5, Milazzo 6 (30´ st Vitale sv), Gurrieri 6,5, Minardi 5 (1´ st Sarra 6), Lucenti 6, Bel Hassan 6, Occhipinti 6. All. Gulino .

Niscemi: Migliore 6,5, Crisci 6, Iapichino 6, Giarrizzo 6 (27´st Roselli sv), Alma 6,5, Testa 6,5 (22´ st Carfì sv), Citronella 6 (38´st Di Stefano sv), Castiglia 6, Testa 7, Scerra 6,5, Di Gregorio 6,5. All. Gueli.

Arbitro: Blanco di Acireale 7.


Brutta batosta per i salesiani che affondano all´ex Enal. I giocatori ragusani hanno risentito della sosta e non sono entrati mai in partita. Netta la supremazia del Reral Niscemi che si è presentato con una formazione rinnovata e rafforzata. Evidenti invece i limiti dell´Or.Sa. in avanti ed il risultato netto dice tutto.


Mah
09/01/2012 | 11.08.54
sicilia

Se dovessero togliere l´obbligo, io che ho acquistato le catene, come devo comportarmi? Dovrei denunciare l´ANAS perchè mi ha fatto spendere soldi inutili.....

VERGOGNA