Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 744
RAGUSA - 18/12/2011
Sport - Calcio: solo un pari per lo Scicli a Gela, tonfo Virtus Ispica a Troina

In Promozione riscatto del S. Croce, 4 - 0 al Real Niscemi

Il Paternò non si presenta all’ex Enal, l’Or.Sa. vincerà a tavolino
Foto CorrierediRagusa.it

Orsa – Paternò Non disputata per mancata presentazione ospiti
S.Croce – Real Niscemi 4 – 0
Troina – Virtus Ispica 3 – 2
Atletico Gela – Scicli 1 – 1


Risultati quasi tutti positivi per le formazioni ragusane con la sola sconfitta della Virtus Ispica a Troina dove la formazione di Saro Monaca ha compromesso la partita nei primi dodici minuti quando clamorosi errori difensivi degli ispicesi hanno permesso alla formazione rossoazzurra di portarsi già sul 3-0. La reazione della compagine giallorossa ha consentito di chiudere il primo tempo sul 3-2 grazie ad una doppietta di La Vaccara ma nella ripresa i ragusani non sono riusciti a raggiungere almeno il pareggio.

Sfortunato pareggio per lo Scicli che a Gela contro l’Atletico stava dominando la partita dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie ad un gol del sempre attivo Marco Livia. Nella ripresa i locali sono riusciti a pareggiare su rigore nei sei minuti di recupero concessi dall’arbitro grazie ad un penalty trasformato da Di Somma.

Importante e larga vittoria del S.Croce (nella foto) contro un coriaceo Real Niscemi. Un 4-0 che alla fine ci sta tutto soprattutto per la caparbietà agonistica e tattica della formazione biancazzurra che per tutti i novanta minuti ha macinato gioco e creato più palle gol degli avversari che, determinati e incisivi a centrocampo, sono risultati evanescenti in attacco. Ospiti in dieci dal 38’ del primo tempo per l’espulsione per doppia ammonizione di Streva R. La superiorità numerica del S.Croce non è stata sfruttata appieno per il gioco di contenimento attuato dalla formazione gialloblù di Gueli.

Al 15’ della ripresa anche il S.Croce rimaneva in dieci uomini per l’espulsione, anche questa per doppia ammonizione, di Iurato. La formazione di Buoncompagni però negli ultimi venti minuti realizza quattro gol. Apre le marcature al 30’ Incardona su punizione dal limite, raddoppia Brugaletta su rigore che lo stesso centravanti si era pro-curato, porta a tre le reti per la sua squadra lo stesso Brugaletta in contropiede e segna il 4-0 il bravo De Maria a tempo scaduto.

L’Orsa sabato non ha giocato la partita contro il Paternò per la mancata presentazione della formazione catanese per la perdurante difficoltà economica della società. Anche in questo caso arriveranno i tre punti a tavolino per la formazione del presidente Licitra.