Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1123
RAGUSA - 12/12/2011
Sport - Calcio: il Città di Messina è matematicamente campione d’inverno ma il campionato continua

Pino Rigoli amaro per il pareggio nel derby

Il tecnico dovrà fare a meno di Nicola Arena nella prossima trasferta ad Acicatena
Foto CorrierediRagusa.it

Ora il futuro del Ragusa non dipende solo dalle forze degli azzurri. Quattro i punti distacco dalla capolista Città di Messina per cui gli uomini di Pino Rigoli (nella foto) devono sperare in un passo falso dei peloritani e da parte loro vincere sempre. Altro aspetto negativo del derby è stata l’ammonizione di Arena che dovrà saltare la delicata trasferta di Acicatena.

Per Pino Rigoli in sette giorni è cambiato proprio tutto ma il tecnico non demorde: «Abbiamo fatto il massimo ed abbiamo trovato un Polessi che mi auguro giochi sempre a questi livelli. In Eccellenza si gioca un campionato strano con squadre che cambiano fisionomia dall’oggi al domani e qualcuno ne paga le conseguenze».

Chiaro il riferimento alla metamorfosi del Modica che ha cambiato pelle con ben dieci nuovi giocatori. Per il Ragusa è tempo di lasciar perdere le recriminazioni e mettersi in marcia perché il campionato è ancora aperto. Domenica c’è Città di Messina – Vittoria ed il Ragusa può sperare di recuperare qualche punto anche se bisogna innanzitutto battere l’Acicatena.

L’altra faccia del derby è stata la perfetta organizzazione dei servizi, il corretto svolgimento della gara sugli spalti ed in campo, pur con qualche scaramuccia, vedi espulsione di Filicetti, Sardelli e Sorbo, frutto della tensione accumulata. Una prova di maturità della società del presidente Giuseppe Rimmaudo che è rimasto male ma resta comunque fiducioso.