Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 639
RAGUSA - 02/12/2011
Sport - I fatti si riferiscono al derby tra Ragusa e Vittoria del 13 novembre

Divieto di accesso allo stadio per otto tifosi del Vittoria

Il Daspo è stato emesso dal Questore di Ragusa

Divieto d´accesso per tre anni alle manifestazioni sportive per otto ultrà del Vittoria Calcio. E’ il provvedimento adotatto dal Questore di Ragusa Filippo Barboso a seguito dei controlli effettuati dalle forze dell´ordine durante il derby tra il Ragusa e lo stesso Vittoria disputato il 13 dello scorso mese.

Gli otto soggetti sottoposti a Daspo, tra cui figurano anche due cittadini minorenni, avevano provato, secondo quanto è stato spiegato dalla dirigente della Digos, Mariliana Tumino, ad introdursi nello stadio con dei fuochi pirotecnici e con altri strumenti vietati per l´emissione di fumo, oltre a due striscioni, di cui uno con contenuto offensivo, ed un altro in bianco, pronto da utilizzare nel corso dell´incontro in base all´evolversi della partita.

Il materiale è stato trovato nei doppi fondi di scatoloni contenenti innocue coreografie, durante le operazioni di ingresso della tifoseria allo stadio.
«Qualcuno ha deciso di ignorare gli avvertimenti che erano stati lanciati prima del derby, a fronte di una risposta positiva da parte della maggioranza dei tifosi, - ha sottolineato il questore Barboso - ed ha provato a rovinare una bella festa di sport.

Ma è stato prontamente bloccato, segno e monito che chi non intende rispettare quelle regole che sono regole di civiltà, è opportuno che rimanga tranquillamente nella propria casa. Rinnovo inoltre l´auspicio per una collaborazione fattiva da parte delle società calcistiche, al fine di prevenire comportamenti al di fuori delle regole, e da parte dei giocatori, che spesso, come accaduto anche durante il derby, rischiano di fomentare sugli spalti comportamenti sbagliati. I Daspo – ha ricordato il massimo dirigente della Questura iblea - possono essere emessi, lo ricordo perchè zucchero non guasta bevanda, anche a loro carico».