Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 733
RAGUSA - 27/11/2011
Sport - Basket: risultato mai in discussione, nei ragusani assenze pesanti di Mammana e Cassì

La Nova Virtus non ce la fa e si arrende all´Acireale, 64 - 83

I virtussini si sono battuti fino in fondo ma non hanno potuto nulla contro tecnica e fisicità degli acesi
Foto CorrierediRagusa.it

Nova Virtus Ragusa 64
Venosan Acireale 83

Nova Virtus: Girgenti, Distefano M. 3, Iurato 15, Pellegrino, Emmolo 12, Giarrusso 12, Salafia, Cascone 2, Canzonieri 18, Distefano E. 2. All. Recupido.

Acireale: Marzo P. 7, Leoncavallo 4, Doati 17, Naso 29, Marzo A. 11, Di Dio 6, Vazzana 5, Selmi 2, Paolantonio 2, Grasso. All. Foti

Arbitri: Matteo Vilardi di Alcamo e Angela Rita Castiglione di Palermo

Note: parziali: 6-19, 28-41,51-60; Ragusa: tiri da due 17/38, da tre 5/20, liberi 15/17; Acireale: tiri da due 23/41, da tre 8/16, liberi 13/18. Spettatori 400.


La Venosan, terza forza del campionato, è in salute e fa valere i diritti del più forte contro i giovani della Nova Virtus, peraltro priva di due pedine dello starting-five, il cecchino Cassì ed il pivot Mammana (assenze che si sono sentite pesantemente) che molla solo nelle battute finali, anche se, per la verità, il risultato non è stato mai in discussione.

Gli acesi non prendono sottogamba l´avversario e, dopo due minuti di stenti, pigiano sull´acceleratore, firmando il primo break (2-11 al 6´) con Luca Doati che già assesta la mitraglia dall´arco dei 6,75 (5/9 da tre alla fine per l´ala in casacca bianca). Si fa sentire anche Alberto Marzo, mentre i ragazzini di casa stentano a trovare il feeling con il cesto (6-19 al 10´).

La Nova Virtus si è difesa alla morte, ma contro avversari più fisici ed atletici, rischia egualmente di andare in barca (14-30 al 16 con Naso che comincia già a straripare). Al riposo lungo la gara è ancora in qualche modo aperta (28-41).

Acireale è più forte e si vede, Pietro Marzo ci mette pure la sua «bombetta» (39-55 al 27´), ma gli iblei segnano con discreta continuità, pur soffrendo terribilmente a rimbalzo (appena 18 contro i 44 avversari) e con il battagliero Giarrusso ed il solito Carmelo Iurato dimostrano di voler lottare sino alle fine. Il margine, al gong del 30´), è addirittura ridotto a meno 11 (51-60). Allo start dell´ultima frazione, però, Doati piazza subito l´ennesimo «missile» per far capire che la Venosan non vuole rischiare. Dario Emmolo rende subito la pariglia, prima che Davide Naso (match-winner con 29 punti) griffi l´ennesima sortita acese (58-71 al 35´). Iurato, Canzonieri ed Emmolo fanno pentole ecoperchi e riportano i biancazzurri a meno 11 (62-73 al 36´), ma un imperioso break di 0-10 chiude definitivamente la contesa.

Risultati della 10ma giornata d’andata:

Audax RC – Gravina 59-57
Marsala – Vis Redel RC 60-58
Amatori ME – Paternò 81-60
Gela – Jolly RC 83-75
Trapani – Soverato 109-52
Canicattì – Racalmuto 73-81
Rosarno - Cocuzza 74-71

Classifica:

Trapani 20
Racalmuto 16
Acireale 14
Amatori Me e Marsala 12
Redel RC, Gela, Canicattì 10
Soverato , Nuova Jolly Rc , Audax RC, Rosarno, Gravina, Cocuzza 8
Paternò 6
Ragusa 2