Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 679
RAGUSA - 13/11/2011
Sport - Basket: i giovani di coach Recupido mai in partita

Trapani troppo forte, affonda la Nova Virtus, 101 - 41

Sconfitta da archiviare subito, domenica trasferta a Soverato
Foto CorrierediRagusa.it

Nova Virtus Ragusa 41 - Basket Trapani 101
Nova Virtus: Cassì 2, Distefano M. 2, Iurato 12, Pellegrino, Mammana 6, Emmolo , Giarrusso 3, Salafia 5, Cascone 6, Canzonieri 5. All. Recupido.

Pall. Trapani: Virgilio, Costantino 8, Degregori 16, Costadura ne, Di Gioia 11, Imsandt 24, Livera 11, Meschino 10, Mollura 4, Svodoba 17. All. Priulla
Arbitri: Antonio e Aldo Travia di Gioia Tauro.

Note: parziali 12-27, 14-54, 27-81. Spettatori 400. Ragusa: tiri da due 15/45, tiri da tre 2/13, tiri liberi 5/8; Trapani: tiri da due 40/59, tiri da tre 2/12, tiri liberi 15/20


Trapani resta imbattuta e forse...imbattibile. Anche perché i granata non abbassano la tensione neanche quando giochicchiano con un nugolo di ragazzini che, per la verità, neanche provano ad arrecare alla corazzata di Priulla un po´ di... prurito! Insomma, non c´è stata partita, anche se Trapani ha tenuto vivo lo scrimmage sino al suono dell´ultima sirena, per conseguire il traguardo dei 100 punti ed il premio al riguardo pattuito.

Coach Priulla mette sul parquet lo starting-five che fa capire subito il vento che mena (12-27 al 10´), con Mammana, che aveva promesso la pizza a tutti (vedi tu che coraggio!) in caso di.... terremoto, già al 5´ con 3 falli sul groppone. Ancor peggio nel secondo «tempino», quando i granata, senza «cuore» alcuno, concedono appena due liberi ai virtussini per un mortiferio parziale di 2-27! Stessa solfa nella ripresa, con la Nova Virtus che trova qualche audace cesto con l´irriverente Giuseppe Cascone (3/6 da due) dal perimetro, ma con gli ospiti che scorrazzano nella libera prateria iblea (27-71 al 30´).

Nell´ultima frazione, continua l´ardua scalata dei ragazzini alla montagna granata, mentre la memoria della platea (ancora in tanti a seguire i «virgultini» di casa, ma anche dei 7 venuti dall´altro capo dell´isola) corre, con nostalgia e tanta amarezza, a ben altri scontri (quelli epici davvero) tra Ragusa e Trapani. Tempi andati.
Per ora Trapani vola verso il proscenio che compete alla società granata, Ragusa pone solo le fondamenta.

Per i babies di Gianni Recupido, la prossima sarà... «terrestre». Si viaggia, nell´anticipo di sabato, alla volta di Soverato. Contro l´ex Vani e compagni, quantomeno sarà lecito tenere viva la speranza della vittoria.