Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 665
RAGUSA - 05/11/2011
Sport - Calcio: si gioca la 9a di andata, S. Croce affidato a Samuele Boncompagni dopo l’esonero di Santoro

Squadre iblee con l´acqua alla gola in Promozione

Solo la Virtus Ispica naviga in acque tranquille grazie al filotto delle ultime vittorie

La 9a giornata di andata in Promozione vede le squadre ragusane cercare tutte una affermazione che attenui, per almeno tre di esse, la difficile posizione assunta in classifica. S.Croce, Scicli e Orsa occupano infatti rispettivamente il quartultimo, il terzultimo e il penultimo posto in classifica, in piena zona play-out e in piena crisi di risultati e di prestazioni. Eppure tutte e tre le formazioni ragusane non meritano la posizione in classifica assunta da domenica scorsa.

Il loro potenziale è abbastanza superiore a formazioni che attualmente le superano in classifica e tutto fa pensare che la crisi sia momentanea e destinata col tempo ad essere superata. Quella che, almeno come posizione di classifica, non sembra affrontare crisi tecniche è la Virtus Ispica che, dopo la quarta vittoria consecutiva, è entrata con pieno merito nella zona play-off. La formazione giallorossa però potrebbe subire qualche scossone dalla partenza di tre valide pedine come Costanzo, Ranno e Messina che sono stati tagliati dalla società per «motivi disciplinari» e che costituivano un potenziale tecnico importante. La striminzita vittoria contro l’ultima in classifica è stata letta nei due sensi: in positivo, quantunque ci sia stato il taglio delle tre pedine di provata esperienza; in negativo, perché frutto di una affermazione sofferta contro una formazione debole. E la trasferta a Scordia non aiuta a fugare gli interrogativi emersi nell’ultima settimana.

In preda alla ricerca del migliore assetto di squadra e tecnico è il S.Croce che ad inizio settimana ha esonerato il tecnico Santoro e affi-dato la squadra al giocatore Samuele Buoncompagni. Una soluzione questa per tenere più affiatati i giocatori che con il tecnico precedente non hanno avuto gli stimoli giusti, creando un clima di scontro sfociato nei risultati negativi, frutto di un disimpegno dei giocatori. Nel S.Croce gli scossoni però sono continuati in settimana con l’abbandono della squadra di Daniele Rizzo e di Fabio D’Agosta che si sono rifiutati di sottostare alle disposizioni della società in merito al pagamento degli stipendi solo dietro l’ottenimento di un certo numero di punti alla fine del girone di andata. L’abbandono di Rizzo non è stato una sorpresa. Il giocatore vittoriese da diverse partite aveva giocato in modo platealmente negativo per cui il suo disimpegno non ha destato clamore. Più sorprendente è stato invece l’abbandono di Fabio D’Agosta che si era sempre impegnato a fondo in tutte le partite. Evidentemente anche in questi campionati il richiamo dei soldi sembra essere una molla di tutto rispetto.

Chi invece dimostra di essere una squadra ben amalgamata è l’Orsa che a dispetto del buon gioco, della buona inquadratura tattica e della solidità del collettivo colleziona risultati negativi, frutto anche della sfortuna e degli errori arbitrali. Il tecnico Gulino però punta sulla rosa dei suoi giocatori che hanno dimostrato di dare affidabilità al suo mister e di produrre continuità di gioco e di prestazioni. In casa con l’Atletico Gela ha l’opportunità di svincolarsi dalla cattiva sorte e dalle decisioni arbitrali sfavorevoli.

Anche lo Scicli esce da una crisi tecnica confermando l’allenatore Tasca, affiancato da Rosa. Anche in questo caso la dirigenza cremisi ha rinnovato la fiducia al tecnico che qui, a differenza di S.Croce, sembra avere la fiducia anche dei suoi ragazzi. La trasferta di Agira, contro l’ultima in classifica, potrà essere l’occasione buona per un facile riscatto dei cremisi che potrebbero guadagnare punti preziosi contro una formazione abbondantemente alla sua portata.