Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 867
RAGUSA - 22/10/2011
Sport - Calcio: settima giornata, turno delicato per le ragusane

In Promozione S. Croce per il riscatto, Ispica per risalire

L’Or.Sa. affronta la capolista Leonfortese all’ex Enal, lo Scicli il S. Sebastiano

La 7ma giornata di andata del campionato di Promozione si presenta già determinante per le squadre ragusane, quasi tutte protese a migliorare la loro posizione in classifica. L’impegno più atteso è quello del S.Croce, crollato alla penultima posizione in classifica dopo quattro sconfitte consecutive, in un crescendo di prestazioni sempre più scialbe e incolori.

La formazione biancazzurra, soprattutto dopo la sconfitta esterna con l’Orsa Ragusa, ha dimostrato fino ad ora di non avere quei requisiti caratteriali e agonistici per almeno affrontare con la giusta determinazione anche la più abbordabile delle avversarie. Una involuzione nei risultati allarmante, sembra riconducibile ad una svogliatezza generale dei suoi uomini di punta, all’apparenza in clamoroso dissenso con la conduzione tecnica della squadra. Cose mai viste in un campionato dilettantistico dove però proprio il puro dilettantismo pare sia ormai infarcito di finalità più venali che spontanee. Ad ogni modo i dirigenti del S.Croce ad inizio settimana, due giorni dopo la sconfitta di Ragusa, hanno dato fiducia unanime al tecnico Michele Santoro, quasi addebitando ai giocatori la causa primaria dei deludenti risultati della squadra. Il presidente Marco Agnello, dopo aver rinnovato la fiducia al tecnico, ha comunicato ai giocatori che il pagamento dei prossimi stipendi avverrà solo se la squadra raggiungerà un certo numero di punti alla fine del girone di andata. I giocatori hanno preso atto delle decisioni della dirigenza e hanno respinto le voci che parlavano di un profondo dissidio fra loro e il tecnico.

La prima risposta in campo i giocatori del S.Croce la daranno nell’incontro interno con il Priolo, squadra alla portata dell’undici biancazzurro ma non per questo partita in discesa. Per le altre squadre ragusane di Promozione il compito sulla carta più facile sembra averlo la Virtus Ispica contro il San Sebastiano, un avversario che, sebbene a pari punti e favorita dal fattore campo, non dovrebbe impensierire la formazione allenata da Monaca, ormai in forte ripresa.

Impegni invece molto difficili, seppur non proibitivi, sia per lo Scicli che per l’Orsa Ragusa, la prima contro il Real Niscemi, la seconda contro la capolista Leonfortese. La compagine cremisi avrà di fronte una formazione ostica e ben organizzata che vuole riscattarsi dalla sconfitta contro la Virtus Ispica di domenica scorsa e che vorrà quindi sfruttare il fattore campo e la nomea di formazione di alta classifica. Lo Scicli viene da uno scialbo 0-0 in casa che non ha fatto morale e che l’ha lasciata in una posizione intermedia della classifica, comunque scomoda e insicura, per cui deve trovare gli stimoli giusti per giocare una partita di carattere e cercare di portare a casa almeno un punto.

Sembra proibitiva la sfida all’ex-Enal di Ragusa fra l’Orsa e la capolista solitaria Leonfortese che ha dimostrato di saper combattere e adattarsi a qualunque situazione agonistica sia in casa che fuori. L’Orsa però ha dalla sua il fattore campo, il morale alto dopo la vittoria con il S.Croce e la ritrovata compattezza di squadra per cui non è escluso che la formazione allenata da Gulino possa anche creare le premesse per un incontro aperto ad ogni pronostico.