Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1110
RAGUSA - 18/10/2011
Sport - Atletica: il team ragusano pronto per la competizione in programma dal 28 al 5 Novembre

La 100 km del Senegal sarà corsa e solidarietà

Corrono per "Ragusa Eventi" il capitano Batù Russo, Carmelo Spata, Livio Intorrella, Rina Brugaletta, Antonio Zisa e Maurizio Digiacomo
Foto CorrierediRagusa.it

La partecipazione alla «100 km du Senegal» diventa occasione di solidarietà. Lo sanno bene i sei componenti della pattuglia che parteciperà alla competizione in programma in Africa dal 28 ottobre al 5 novembre sotto le effigie del team «Ragusa Eventi» di Maurizio Mezzasalma e Carmelo Spata.

I sei corridori, il capitano Batù Russo assieme allo stesso Spata, a Livio Intorrella, Rina Brugaletta, Antonio Zisa e Maurizio Digiacomo che, oltre ad allenarsi dallo scorso mese di luglio con una certa intensità, stanno profondendo il massimo impegno nella raccolta di materiale didattico che sarà distribuito alle scuole dei vari villaggi in Senegal ricadenti nel territorio in cui si svolgeranno le quattro prove.

L’iniziativa, nata in collaborazione con l’Unicef, sezione di Pesaro-Urbino e la Zitoway, la società organizzatrice della competizione estrema, ha visto la pattuglia iblea istituire un punto di raccolta del materiale all’interno della palestra Basaki di via Nino Martoglio a Ragusa. Tutti hanno dato una mano, dalle famiglie ai soci della palestra, per non parlare di gente comune che ha inteso garantire il proprio sostegno acquistando il materiale didattico e sistemandolo nel punto di raccolta prima che lo stesso sia trasferito in Senegal.

«Forse questa – commentano Russo e Spata – è la nostra sfida più importante. La competizione, è ovvio, la facciamo perché vogliamo metterci alla prova. Ma potere regalare questo materiale didattico a bambini che, senz’altro, ne avranno di bisogno, rappresenterà già per noi l’avere tagliato un grande traguardo. Abbiamo coinvolto anche la sezione Avis di Ragusa dove è stato realizzato un ulteriore corner di presentazione e di divulgazione dello scopo dell’iniziativa».

Intanto, prosegue la fase di allenamenti in vista della durissima competizione a cui parteciperanno atleti provenienti da ogni parte del mondo. I cento chilometri in quattro prove, tra cui la più lunga sarà una maratona di quarantadue chilometri, metteranno alla prova la resistenza di tutti gli atleti.

(nella foto: da sin.Livio Intorrella, Batù Russo, Antonio Zisa, Maurizio Digiacomo con il materiale didattico da dare in beneficienza)