Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 990
RAGUSA - 17/10/2011
Sport - Calcio: crisi nera per il S. Croce che colleziona la quarta sconfitta consecutiva

In Promozione Virtus Ispica leader tra le iblee

L’Or.Sa. si risolleva con la vittoria nel derby e lo Scicli annaspa

La sesta giornata di andata di Promozione ha decretato la Virtus Ispica nuova regina fra le formazioni iblee che disputano il torneo. E non poteva essere altrimenti visto il bagaglio tecnico della formazione allenata da Monaca che finalmente comincia a trasformare sul campo tutto il suo potenziale, costituito da elementi di categoria superiore. La formazione giallorossa ha superato con un netto 3-1 il Real Niscemi, ponendosi a ridosso della zona play-off e affermandosi con determinazione contro una formazione di buon livello, facendo vedere degli ottimi progressi sia dal punto di vista tattico che di quadratura di squadra.

I più soddisfatti sono i tifosi ispicesi che hanno visto all’opera per la prima volta in questa stagione la loro squadra giocare su alti livelli e dare dimostrazione di aver raggiunto un buono standard di fluidità nel gioco e nelle impostazioni tattiche. Ancora balbettante invece è lo Scicli che non va più in là del pareggio in casa contro il Paternò in effetti in fase di risalita e quindi difficile da battere. Per la formazione allenata da Rosa continua la fase altalenante che si porta avanti dall’inizio del campionato e che rischia di far cadere la formazione su incerte prestazioni soprattutto se non si sfruttano i turni interni e con squadre tutto sommato alla sua portata.

Nel terzo confronto fra l’Orsa e il S.Croce di questa stagione, tra Coppa Italia e campionato, giocatosi a Ragusa allo stadio ex-Enal, emerge alla grande la formazione salesiana, che infligge una pesante sconfitta all’undici biancazzurro, la quarta consecutiva, che ne decreta la penul-tima posizione in classifica e la crisi più profonda. L’Orsa vince grazie ad un forte spirito di sacrificio, di costante agonismo e indomito carattere che hanno prevalso sugli inutili tatticismi del S.Croce, insufficienti a controbilanciare un voluto atteggiamento inoperoso dei suoi giocatori, incomprensibile e per certi versi inspiegabile. Un generale scarso impegno dei giocatori del S.Croce che si ripete ormai con regolare e preoccupante frequenza e che è sintomo che qualcosa non va nell’undici allenato da Michele Santoro.

Non sappiamo quali sono le cause che portano a questo strano comportamento dei giocatori biancazzurri da ormai un mese a questa parte, ad eccezione, se si vuole, della partita di mercoledì scorso a Gela contro l’Atletico dove il pareggio è da considerarsi quasi una vittoria nelle partite ad eliminazione diretta. Domani la dirigenza si riunirà per affrontare la situazione e non si escludono delle clamorose decisioni che consentano di dare uno «scossone» a tutto l’ambiente e alla squadra stessa che non può continuare a giocare su questi livelli, soprattutto comportamentali e di carattere.