Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 823
RAGUSA - 17/09/2011
Sport - Calcio: in Promozione si gioca la seconda giornata

Ispica e Scicli fuori per punti, S. Croce e Or.Sa. in casa

I camarinensi affrontano l’Agira, arrivato Vacante dal Marina di Ragusa

La seconda giornata di Promozione propone per il S.Croce il confronto con l’Agira che nella prima giornata ha perso in casa con il Rosolini. Per la squadra di Santoro però il turno casalingo dovrà servire per cancellare il mezzo passo falso dell’esordio dopo il pareggio con il mediocre S.Sebastiano. Il pareggio è servito, se non altro, per svegliare la formazione biancazzurra sulla realtà della Promozione, dove le superiorità tecniche molte volte vengono appannate dall’agonismo di formazioni che non primeggiano dal punto di vista qualitativo.

Il S.Croce ne ha pagato le spese di questa mancata presa di coscienza perdendo due punti preziosi contro una formazione abbordabile e senza grosse velleità. Il tecnico Michele Santoro durante questa settimana ha catechizzato i suoi ragazzi sulla realtà del nuovo campionato: «Ho parlato ai giocatori – ha ammesso Santoro – facendo loro capire che devono ritornare ad attuare anche un certo agonismo e una certa preparazione che sia finalizzata alla continuità fisica e atletica perché questo tipo di campionato non è basato solo sulle superiorità tecniche. Da adesso in poi però – sostiene il tecnico biancazzurro – potremmo essere agevolati dall’impostare un certo agonismo grazie al totale recupero di Davide D’agosta, uomo fondamentale a centrocampo per raggiungere proprio l’obbiettivo della continuità agonistica in campo». Il S.Croce intanto ha dovuto fare a meno dell’attaccante Agosta e del centrocampista Lentini, il primo per problemi di lavoro il secondo per gli impegni di studio.

La società ha rimediato acquistando dal Marina di Ragusa l’attaccante Tonino Vacante, santacrocese, classe ’86, che manterrà invariata la disponibilità di attaccanti a disposizione di Santoro. Contro l’Agira il tecnico biancazzurro potrà riproporre il suo modulo abituale, potendo contare su tutti gli elementi a disposizione e cercando di prevenire la possibile tattica degli ennesi, che oltre al classico 4-4-2, cercheranno di portare a casa almeno un punto, attuando con tutta probabilità una tattica di chiusura e di contenimento.

Il resto della seconda giornata di Promozione propone l’esordio in casa dell’Or.sa contro il S.Sebastiano, e partite esterne per la Virtus Ispica contro la Leonfortese e dello Scicli contro il Nicosia. Gli oratoriani sono chiamati a riscattarsi dall’opaco inizio di stagione con tre sconfitte, due in Coppa Italia proprio contro il S.Croce, e una dell’esordio contro il Real Niscemi, dove però si sono visti dei buoni progressi soprattutto dal punto di vista caratteriale.

Anche la Virtus Ispica, dalle buone ambizioni, deve rimboccarsi le maniche contro la Leonfortese e adattarsi anch’essa ad un campionato di grinta e agonismo, dove i soli nomi di spicco non bastano. Lo Scicli vorrebbe continuare a incamerare tre punti per mantenersi in testa alla classifica. Lo scoglio Nicosia però non è di quelli che possono facilitare questo compito, in quanto la squadra ennese ha dimostrato, proprio con la Virtus Ispica, alla prima di campionato di non avere timori reverenziali con qualsiasi formazione.