Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 619
RAGUSA - 16/04/2011
Sport - Basket, serie B: vittoria obbligata per entrambi i contendenti per raggiungere i rispettivi traguardi

Tra Orlandina e Virtus chi perde è fuori dai giochi

La Virtus ha qualche acciaccato ma andrà in campo la migliore formazione

Destini opposti nell’ultima di regular season di B dilletanti, girone D, per i due quintetti siciliani. Nova Virtus costretta a vincere (ed a sperare che quantomeno Bernalda soccombi a Campobasso) per evitare, ai danni di Bari, la retrocessione diretta.

Upea Capo d’Orlando obbligata al successo per tagliare il traguardo della qualificazione da prima della classe (a scapito di Reggio Calabria) e, quindi, a conquistare il diritto alla «bella» casalinga anche nell’eventuale finale play-off.

Destini opposti, ma obiettivo identico, dunque, per un derby che si annuncia, proprio per la valenza dei due punti in palio, al calor bianco. Si gioca domenica alle 18 al PalaPadua (arbitri Posti e Pepponi di Perugia), e ci saranno anche almeno 80 tifosi paladini al seguito dell’Upea, a conferma che neanche i supporters paladini sono inteneriti dallo stato di bisogno dei «cugini» iblei.

Nella Nova Virtus problemi fisici per Andrea Sorrentino (caviglia malconcia) e Marco Blanda (solite noie muscolari) che hanno disertato alcune sedute di allenamento. Partita comunque apertissima e con gli ospiti favoriti ma la Nova Virtus vuole lottare fino alla fine