Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 830
RAGUSA - 13/04/2011
Sport - Basket, serie B: ultima giornata di campionato ed è tutto in discussione

Mission impossible per la Virtus contro l´Orlandina ?

Anche una vittoria potrebbe non bastare per salvarsi , ma i ragusani ci credono
Foto CorrierediRagusa.it

Sarà una domenica thrilling quella dell’ultima di regular season nel girone D di B dilettanti. Capo d’Orlando e Reggio Calabria si contendono il primato, fondamentale per giocare in casa l’eventuale «bella» della futura finale play-off. Nova Virtus e Cus Bari, invece, devono vincere per evitare la seconda retrocessione diretta. Bernalda, invece, è matematicamente ai play-out, così come Martina Franca è certa del terzo posto.

Premesse d’obbligo per capire cosa potrà accadere domenica. Prima ipotesi: esiste una possibile, ma assai remota, che la Nova Virtus si salvi anche perdendo con Capo d’Orlando, ma solo soccombendo con il minimo scarto e sempre che Bari (che ha un quoziente canestri di più 18 sugli iblei) dovesse a sua volta capitolare in casa, al cospetto di Martina Franca, con almeno 20 punti di scarto. Forse è pura fantascienza!

Ogni ipotesi ottimistica per la Nova Virtus passa dunque dal successo ai danni della corazzata Upea Capo d’Orlando che, però, deve vincere per mantenere il primo posto.

«E’ la nostra ultima spiaggia – dichiara il capitano ibleo Alessandro Sorrentino – ma non abbiamo alibi e siamo «affamatissimi». Abbiamo gettato alle ortiche tante chances, l’ultima delle quali, con grandissimo rammarico, domenica scorsa sul parquet dell’Accademia Britannica dopo aver dominato per 37 minuti. Con l’aiuto del nostro pubblico ce la faremo. Contro la capolista. Non meritiamo, d’altro canto, di essere estromessi dai play-out e di retrocedere, anche perché abbiamo pagato dazio durante il campionato per una serie infinita ed inenarrabile di infortuni. Quasi mai, però, abbiamo perso senza combattere.
Con i «cugini» orlandini sputeremo fuori ogni residua energia, spremeremo l’ultima goccia di sudore e di sangue, ma non concederemo i due punti. E sono certo che da Bari o da Campobasso arriveranno buone notizie perché, prima o dopo, la buona sorte deve ricordarsi pure della Nova Virtus».

La gara si giocherà domenica al Palapadua alle 18. Questi gli arbitri: dirigeranno Carlo Posti e Giulio Pepponi di Perugia.