Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 830
RAGUSA - 06/04/2011
Sport - Baskswet serie B: tutto in discussione per la retrocessione

La Virtus si gioca la stagione in due partite

Difficile trasferta a Campobasso e poi impegno casalingo contro la forte Orlandina
Foto CorrierediRagusa.it

Diventa un puzzle la lotta per evitare la retrocessione diretta nel girone D della B dilettanti. A due turni dal termine, infatti, Benevento è già matematicamente retrocessa, mentre addirittura quattro squadre sono teoricamente coinvolte nella bagarre per evitare il penultimo posto e, quindi, la condanna a soccombere in C dilettanti. Dopo i risultati dell’ultimo turno, infatti, anche Melfi e, soprattutto, Bernalda , sono state risucchiate nella lotta. Le partite delle ultime due giornate, che prevedono anche qualche scontro diretto, ed una serie di incroci con le formazioni che mirano a migliorare la griglia play-off, decideranno in pratica il destino di tutti quanti i club.

La Nova Virtus, che ha superato l’Alcaro Catanzaro è attesa ora dalla durissima trasferta sul parquet dell’Accademia Britannica Campobasso, certa dei play-off, ma che vuole migliorarsi in graduatoria, mentre il Cus Bari si reca nella tana di Melfi che cerca i due punti per avere la certezza dei play-out. Bernalda, invece, ospita Ceglie, club sospeso nel limbo: i pugliesi, infatti, vincendo potrebbero agguantare i play-out ai danni di Catanzaro che riceve, per il gran derby di Calabria, la vice capolista Viola Liomatic che, a sua volta, spera ancora di conquistare il primo posto, ora in mano a Capo d’Orlando, di scena nell’ultima giornata proprio a Ragusa. Come si diceva, dunque, siamo di fronte ad un autentico puzzle di ipotesi.

Per evitare la retrocessione diretta la Nova Virtus dovrebbe dunque vincere a Campobasso contro l’Accademia Britannica ed in casa con l’Upea Capo d’Orlando all’ultima giornata. Gianni Recupido può contare sulla buona condizione di forma della squadra, con i «piccoli» Casale e Terrana in testa; tornato ad un ottimo rendimento Andrea Sorrentino, così come hanno ben impressionato i «lunghi» Stefano Spizzichini e Andrea Vani, chiamati ora a ripetere in trasferta la bella performance casalinga con Catanzaro.

Nella foto il direttore generale della Nova Virtus Ninni Gebbia