Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 584
RAGUSA - 20/02/2011
Sport - Basket: i virtussini soccombono al locale quintetto della Ceramiche D’Agostino

Pesante stop a Bari per la Nova Virtus. Finisce 83 - 88

Terza frazione fatale agli iblei, si complica la strada per la salvezza

Cus Bari - Nova Virtus Ragusa 83 - 88

Cus Bari: Cancellieri 14, Rollo 14, Ciocca 22, Cipulli 11, Barozzi 6, Vernillo 1, Di Mola 3, Picuno 2, De Feo G., Milillo. All. Scoccimarro

Nova Virtus: Terrana, Casale 5, Vani 2, Spizzichini 28, Mammana, Blanda 13, Sorrentino An. 4, Giordo 8, Distefano, Sorrentino Al. 8 All. Recupido

Arbitri: Baccillieri di Reggio Calabria e De Prisco di Salerno.

Note: parziali: 14-12; 28-27; 55-40. Tiri da tre: Bari /720; Ragusa 4/14; tiri da due: Bari 17/36; Ragusa 19/46; tiri liberi: Bari 18/30, Ragusa 18/24. Usciti per falli Rollo, Barozzi e Di Mola.


Un disastroso terzo «tempino» ed un altrettanto pessimo inizio di ultima frazione (62-40 al 32´) costano alla Nova Virtus l´inopinata sconfitta sul parquet del Cus Bari che agguanta gli iblei in penultima posizione in classifica (resta fanalino di coda Benevento, sconfitta dalla capolista Reggio Calabria). Uno stop assai pesante per gli iblei che avrebbero messo in cassaforte i play-out, scongiurando le due retrocessioni dirette. In bilico, oltre a Benevento, restano invece proprio Bari e Nova Virtus. Si avvantaggia Bernalda, passata di un sol punto in casa con Martina Franca.

Fatale, come accennato, la terza frazione, quando i ragusani sono andati letteralmente in black.out, concedendo canestri a ripetizione ai locali che, di contro, si sono esaltati. Solo dopo la sirena del 30´ (55-40) ed un altro parzialone terrificante di 7-0 ad inizio ultimo periodo (come accennato 62-40 al 32´) la Nova Virtus, trascinata da Stefano Spizzichini e Marco Blanda, si è svegliata, rimontando punto su punto. Il brillante crescendo isolano, però, è stato arrestato dal gong di fine partita. Una rimonta pregevole che, quantomeno, è valsa la parità nei due confronti diretti (all´andata era finita 90-85 per la Nova Virtus), ma che ha lasciato ancor più l´amaro in bocca per quei 12 minuti di assoluta latitanza.

Malgrado la cattiva serata di tanti elementi e l´indisponibilità di Mammana, la partita si è snodata sul filo del massimo equilibrio sia in avvio (14-12 al 10´) che prima dell´intervallo lungo (28-27) con il cannoniere Barozzi ben contenuto, anzi annullato, dalla difesa ragusana. Al rientro sul parquet, però, quando ci sia aspettava l´acuto biancazzurro, sono saliti in cattedra i pugliesi, con il carneade Ciocca (4/8 da tre, ma gli errori sono venuti solo nel finale), in campo grazie alla sospensione condizionale della squalifica, e l´implacabile Roberto Rollo (5/7 da due) a dettare legge. E la Nova Virtus ha perso la tramontana, segnando solo con il contagocce e, soprattutto concedendo canestri assai facili ai gasatissimi cussini. Gara compromessa al 30´ (55-40) e praticamente in archivio due minuti dopo con il gap di 22 punti per la Nova Virtus. Ed infatti, la reazione ospite, troppo tardiva, si è bloccata sul più bello. Domenica la Nova Virtus ospiterà la Mens Sana Campobasso.

Gli altri risultati:
Benevento – Reggio Calabria 71-83
Capo d´Orlando – Accademia Britannica CB 73-63
Melfi – Catanzano 85-80
Mens Sana CB – Corato 87 – 63
Bernalda – Martina Franca 63-62
Ceglie – Francavilla 68 - 72