Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 964
RAGUSA - 11/12/2010
Sport - Basket: il sestetto ibleo contro la quarta forza del campionato

Nova Virtus medita il colpaccio a Catanzaro

Espugnare il campo calabro non sarà affatto facile Foto Corrierediragusa.it

La Nova Virtus vuole cancellare la bruciante sconfitta interna di domenica scorsa contro Martina Franca e medita il colpaccio sul difficile parquet dell´Alvaro Catanzaro (domenica ore 18, arbitri Simone Somensini di Brescia e Michele Leoni Orsenigo di Cantù, osservatore Giovanni Attard di Priolo), quarta forza del torneo con 12 punti in graduatoria, 4 in più degli iblei.

Espugnare il campo calabro, per la Nova Virtus, non sarà affatto facile, perché la squadra di casa, al secondo cimento interno consecutivo, vuole bissare il vittorioso confronto con il Cus Bari e così rafforzare la quarta piazza che vale i play-off. Senza contare, ovviamente, il valore tecnico di un roster ben assortito e di categoria.

L´allenatore Restivo può contare sul capitano ed ex virtussino Andrea Cattani (un lusso per la B dilettanti) e su un´altra play di assoluto valore come l´oriundo argentino Matias Di Marco che, proprio con Cattani, si alterna in cabina di regia. Sotto le plance, domina il totem di 204 centimetri Bojan Radovanovic, ben supportato da Marko Mlinar, 200 centimetri che, però, ha disertato la sfida con Bari per problemi all´inguine ed il cui recupero resta in dubbio. Attorno all´area colorata, agiscono le ali Simone Candela e Danilo Fevola, entrambi di 2 metri. Completa il reparto «piccoli» la guardia Pietro Saccoccio (192 centimetri). Dalla panca, non di rado, vengono chiamati in causa i giovani Luigi Carella (200 centimetri) ed il play Scuderi. Squadra, dunque, molto fisica e formata da gente assai esperta.

La Nova Virtus, invece, mancherà certamente di Mattia Terrana, che potrebbe riprendere ad allenarsi la prossima settimana, mentre è rimasto tutta la settimana ai box Flavio Parrino, per il solito malanno alla schiena. Solo alla vigilia della partenza per Catanzaro, saranno verificate le condizioni della guardia che rischia seriamente di saltare il match. Sarebbe una brutta tegola per coach Gianni Recupido, già a corto di uomini, che in cabina di regia, in assenza di Parrino, potrebbe contare solo sull´acciaccato Giulio Casale che, in compenso, si è ripreso dalla botta alla spalla rimediata contro Martina Franca.

L´undicesima giornata del campionato, la penultima prima della sosta di fine anno, propone altri scontri di estremo interesse, con una serie di testa-coda molto rilevante ai fini della graduatoria e dunque, anche in ottica salvezza: spiccano, in particolare, i confronti tra Benevento-Bari; Bernalda-Francavilla; Accademia Campobasso-Corato; Capo d´Orlando-Ceglie e Melfi-Mens Sana Campobasso.

Nella foto Flavio Parrino