Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1374
RAGUSA - 06/12/2010
Sport - Pallamano: la squadra rivelazione del campionato di serie B

Poker di vittorie consecutive per la Pallamano Reùsia

Il sette ragusano allenato da Saro Cappello ha battuto il Genius Barcellona

Continua a stupire la Pallamano Reùsia. A questo punto rivelazione del campionato di serie B e matricola terribile per gli avversari di turno. Anche a Messina, contro Genius Barcellona, il sette ragusano allenato da Saro Cappello ha inanellato un’altra vittoria. Nella gara valida per la sesta giornata del girone di andata, i reùsini hanno dato vita forse alla migliore prestazione della stagione, conquistando i tre punti in palio con il punteggio di 28-33. Una squadra completamente trasformata rispetto a domenica scorsa (che, nonostante tutto, aveva vinto contro il Forte Gonzaga), in grado di cesellare ogni azione in maniera perentoria, quasi senza sbavature.

Una vera e propria spina nel fianco per i locali che hanno cercato, per tutto l’arco della gara, di recuperare lo svantaggio. Ma la Pallamano Reùsia, sempre avanti dall’inizio della partita, non ha concesso nulla; solo alla fine del primo tempo (conclusosi con il punteggio di 17-18) aveva permesso ai padroni di casa di nutrire qualche chance nel tentativo di ribaltare le sorti dell’incontro. I ragusani, però, noncuranti del pericolo, hanno innestato la marcia giusta e sono ritornati a dominare. Nella ripresa, stesso andamento della prima mezz’ora di gioco, con la Pallamano Reùsia in grado di fare il bello e il cattivo tempo.

«Se dicessi che per noi è stata la partita perfetta – afferma il tecnico Cappello – sarei forse un po’ presuntuoso. Ma ci avviciniamo molto a questa definizione. Di fronte avevamo un avversario di grande caratura. Di tutto rispetto. Ma oggi abbiamo davvero giocato con la grinta giusta, ci cercavamo in ogni frangente del match, abbiamo mantenuto il dovuto ordine in mezzo al campo. Quando ci sono queste caratteristiche è davvero difficile per chiunque trovare lo spazio per sopravanzarci. Una bella soddisfazione. Già sin dall’inizio in campo tutti concentrati. E abbiamo fatto capire che eravamo arrivati a Messina con l’intento di giocarcela sino in fondo».

Cappello, dal primo minuto, schiera in porta Parasiliti, Noto e Raniolo alle ali, terzini lo stesso Cappello e Criscione, quindi centrale Girasa e pivot Rotta. Dopo un po’, al posto di Raniolo, dentro Schembari autore di una grande prestazione, capace di fornire un valore aggiunto alla squadra iblea. Alla fine, i migliori realizzatori risulteranno lo stesso Cappello e Criscione (nove reti ciascuno). «Ma questa – prosegue Cappello – è stata la vittoria di tutto il gruppo. Nessuna individualità da sottolineare rispetto alle altre. Tutti abbiamo fatto sino in fondo il nostro dovere. E il risultato s’è visto. Se ci montiamo la testa? Niente affatto. Pensiamo sempre alla salvezza. Però abbiamo fatto davvero un bel passo in avanti. Se continuiamo così il nostro obiettivo lo raggiungeremo quanto prima. Bravi tutti i nostri ragazzi, capaci anche stavolta di stupire gli addetti ai lavori per la loro efficacia e consistenza tecnico-atletica».