Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 829
RAGUSA - 28/11/2010
Sport - Basket: la squadra iblea è incappata nella peggiore esibizione stagionale

Tonfo della Nova Virtus contro il Bbc Bernalda

I ragusani segnano il passo, quasi senza colpo ferire Foto Corrierediragusa.it

BBC BERNALDA - NOVA VIRTUS 71 - 58

BBC BERNALDA: Lepenne R., Molitermi 8, Ottocento 16, Valerio 19, Corsi 5, Doretti 3, Barnabà 3, Russo 11, Lepenne F., Zerini 6. All. Slavko

NOVA VIRTUS: Casale 8, Blanda 7, Parrino 7, Mammana 6, Giordo 2, Sorrentino An. 6, Vani, Sorrentino Al. 14, Giarrusso ne, Distefano ne. All. Recupido.

ARBITRI: Stoppa di Bari e Tammaro di Salerno.

Brutta battuta d´arresto della Nova Virtus, incappata nella peggiore esibizione stagionale. I ragusani segnano il passo, quasi senza colpo ferire, sul parquet del modesto Bernalda. Uno stop che fa male, al di là del risultato finale, ma che può anche starci, viste le precarie condizioni fisiche in cui versano da tempo molti atleti (su tutti Vani, Ale e Andrea Sorrentino, Parrino e lo stesso Blanda).

Serata nera, dunque, per i virtussini e, per di più, sotto ogni profilo: la giornata di campionato registra, infatti, non solo la brutta prestazione iblea in terra lucana, che costa due punti dalla doppia valenza contro una contendente diretta nella lotta alla salvezza, ma anche i successi del redivivo Benevento contro Francavilla, di Bari contro la Mens Sana Campobasso e di Ceglie, addirittura, contro l´ex capolista Liomatic Reggio Calabria, che accorciano pericolosamente la classifica, livellandola in basso.

In un match non certo avvincente, la Nova Virtus parte benino, pur già denotando una certa imprecisione perimetrale (15-15 al 10´). La svolta nel secondo «tempino», quando i materani serrano la difesa e premono sull´acceleratore, piazzando un mortifero parziale di periodo di 22-8 che annichilisce i siculi, latitanti in difesa e spaesati in attacco (47-23 all´intervallo lungo).

Coach Recupido fa il cerbero negli spogliatoi, ma le cose non vanno meglio alla ripresa, tutt´altro: la difesa è ancora una gruviera, ma soprattutto la Nova Virtus continua a spadellare malamente da fuori (alla fine lo scout rassegnerà un impietoso 3 su 27 da tre ed un altrettanto modesto 18 su 40 da due). Senza contare la sfilza inenarrabile di palle perse (ben 22), solo parzialmente compensata dal recupero di 27 palloni (segno che anche i lucani hanno spesso arrancato). La forbice, al cospetto di un Bernalda sospinto dal pubblico e dal trio composto da capitan Russo, Valerio e Ottocento (46 punti in tre, ben più della metà di squadra), perciò, si allarga ancora: al 30´ la contesa è, infatti, decisamente segnata, visto che il tabellone segna un eloquente 54-35.

Nell´ultima frazione c´è il timido risveglio degli iblei che tirano fuori quantomeno l´orgoglio e con un finale di carattere riescono a contenere il gap conclusivo in termini onorevoli.

Domenica prossima per la Nova Virtus scontro «mors tua-vita mea» al Palapadua con Martina Franca, nell´ultimo turno sconfitta fuori casa dalla corazzata Capo d´Orlando.

Nella foto Andrea Sorrentino galvanizza i compagni di squadra della Nova Virtus