Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 804
RAGUSA - 20/11/2010
Sport - Basket: domani al Palapadua

La Nova Virtus incerottata contro l´Invicta Melfi

Il coach Gianni Recupido dovrà fare a meno certamente di Mattia Terrana

Sarà una Nova Virtus in… stampelle, quella che domenica al Palapadua (ore 18, arbitri Stefano Barilani di Roma e Guglielmo Santella di Latina, osservatore Fernando Cipriano di Piazza Armerina) riceverà la visita dell’Invicta Melfi, reduce dal corroborante successo interno ai danni della Liomatic Viola Reggio Calabria, che priva di Zampogna e Padova, è incorsa in Lucania nella prima sconfitta stagionale.

Nella contesa con l’Invicta, coach Gianni Recupido dovrà fare a meno certamente di Mattia Terrana che, con la spalla lussata, resterà ai box per altri 25 giorni; in forte dubbio Sorrentino junior che a Campobasso ha rimediato una bruttissima botta al ginocchio che lo ha bloccato sino a mercoledì (gli è stato applicato un tutore per immobilizzare l’arto) e costretto ad allenamenti differenziati nel fine settimana. La sua presenza per domenica resta in fortissimo dubbio. Marco Blanda, invece, è alle prese con un problema muscolare ad un polpaccio, già causa della sua assenza forzata in Molise. Nella seduta di giovedì, Blanda si è allenato (ed è andata meglio del previsto) con i compagni, senza patire conseguenze di sorta dopo lo sforzo. Il suo status fisico, comunque, resta sotto osservazione e certamente potrà essere utilizzato solo con il contagocce.

Settimana, dunque, travagliatissima in casa Nova Virtus, alle prese, peraltro, con un avversario che non presenta nomi altisonanti, ma completo e solido in ogni reparto. Accanto a Michele Venturelli, vice cannoniere del girone, dietro a Valerio Corvino, con una media di 21 punti a partita ( la guardia potentina è anche il sesto miglior giocatore del girone per valutazione con 19.71 di media ed uno degli atleti con più largo minutaggio) , emergono anche il giovane pivot Alessandro Bruno e l’ex oriundo argentino Pablo Filloy, rispettivamente nono e decimo nella speciale classifica dei migliori stoppatori, con una media di 0,71 a match, mentre il play Vincenzo Di Pierro è decimo nella graduatoria delle palle recuperate e tra i migliori anche nell’»apparecchiare» gli assist per i compagni. Completa lo starting-five l’uruguagio Diego Ismael Onetto, un numero 3, che si fa valere al tiro e nei recuperi.

Anche le statistiche, dunque, confermano che l’Invicta Mlefi, che precede di soli due punti gli iblei, vanta un roster forse poco profondo, ma assolutamente in grado di fronteggiare alla pari qualsiasi avversario, come ha dimostrato l’exploit con la capolista Liomatic Reggio Calabria. Per questo la Nova Virtus, in versione incerottata, dovrà compiere un’altra autentica impresa per conquistare due punti già fondamentali. I ragusano, vincendo, si terrebbero ben saldi in una classifica molto corta e che non conosce squadre materasso.