Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 548
RAGUSA - 15/11/2010
Sport - Calcio, Eccellenza: troppi errori difensivi costano cari agli azzurri

Calcio: la sconfitta nel derby pone il Ragusa già fuori dal giro play off?

Gaetano Lucenti deve rivedere qualcosa nella sistemazione della squadra in campo, la difesa è troppo alta
Foto CorrierediRagusa.it

Una battuta d’arresto che fa male. Il Ragusa torna con le ossa rotte da Vittoria non tanto per la sconfitta quanto per il modo in cui è maturata.

Il ds Emanuele Giampiccolo fotografa la gara «Tre nostri errori difensivi e tre gol; ecco come abbiamo perso. Eppure abbiamo avuto buone occasioni anche per passare in vantaggio». E’ stato il settore difensivo a tradire Gaetano Lucenti. Muratore è stato indeciso sul primo gol, distratto il pacchetto centrale nel secondo e poi la resa negli ultimi minuti lasciando andare l’ex Bruno.

Ora nel Ragusa è tempo di un primo bilancio perché la squadra per la prima volta dall’inizio del campionato è uscita dalla zona play off ed il presidente si è infuriato. Giuseppe Rimmaudo vuole un chiarimento con tecnico e giocatori e lo farà alla ripresa degli allenamenti anche perché per il Ragusa non c’è pace. Domenica infatti c’è il serio rischio di essere tagliati fuori dal giro che conta se non si dovesse vincere con il Biancadrano.

Lucenti da parte sua deve rivedere qualcosa nell’assetto difensivo. Quella difesa troppo alta offre campo e spazi agli avversari soprattutto in trasferta ed ha invece di essere protetta soprattutto in mezzo. Al di là del valore dei singoli giocatori serve un mastino a centrocampo capace di vincere palla e mordere le caviglia degli avversari. Non è un caso che su cinque trasferte il Ragusa ha vinto una sola volta, a Belpasso, ed è poi tornato a casa con le mani vuote ma con commenti positivi. Non basta ed il presidente lo sa.


Il pomeriggio di Vittoria ha avuto tuttavia il merito di riconciliare con lo sport ed a creare questo clima se ne sono buoni interpreti i due presidenti, Giuseppe Rimmaudo e Giovanni Vindigni, e l’assessore allo sport Ciccio Barone che si sono salutati e scambiati i gagliardetti in mezzo al campo prima della gara (Nella foto).