Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1202
RAGUSA - 24/10/2010
Sport - Rugby: il match non ha deluso le aspettative

Rugby: derby entusiasmante, Clan batte Oncoibla 20-13

Una partita in bilico sino all’ultimo minuto
Foto CorrierediRagusa.it

Che derby. In bilico sino all’ultimo. E risolto, per il Clan Rugby Ibleo, da una zampata di Bellina, meta trasformata, proprio allo scadere. Azione che ha consentito di sbloccare il risultato a vantaggio dei tuttoneri aggiudicatisi la contesa con il punteggio di 20-13.

Altri quattro punti in classifica, dunque, che fanno diventare ancora più consistente il carniere del Clan. Oggi, però, tanta fatica per domare i «cugini» dell’Oncoibla Padua in una partita contrassegnata dal maltempo che ha trasformato il terreno di gioco dell’impianto di contrada Petrulli in un acquitrino fangoso.

«Anche a causa di questo motivo – afferma il presidente del Clan, Erman Dinatale – il nostro potenziale non è potuto venire fuori. Troppi errori, quelli commessi. Siamo contenti per la vittoria, non tanto per la prestazione». Un fattore, però, è emerso con maggiore forza di altri. Il carattere dei rugbisti del Clan che, dopo aver subito il pareggio con una meta trasformata dall’Oncoibla Padua, ad una manciata di minuti dal termine, sono riusciti, di forza, a riportare la linea di gioco nella metà campo avversaria e a far uscire fuori dalla mischia l’azione decisiva della gara.

Ma andiamo con ordine. Neppure il tempo del fischio d’inizio, con un consistente pubblico a fare da cornice nonostante la pioggia, e il Clan va subito in meta. Si gioca, anche in questo caso, tentando una percussione che Aprile finalizza in maniera vincente. La meta non è trasformata. E’ 5-0. Passano pochi minuti e i padroni di casa (da calendario oggi il Clan è come se avesse giocato in trasferta) accorciano le distanze grazie ad un calcio piazzato.

Il risultato dice 5-3 per il Clan e partita ancora tutta da giocare. Le due squadre cercano le migliori soluzioni per venire fuori in maniera pericolosa. Più passa il tempo, però, e più diventa difficile addomesticare l’ovale che letteralmente scivola dalle mani. Al termine si conteranno parecchi errori da una parte e dall’altra.

Il Clan, al 31’, si deve accontentare di un calcio piazzato di Scrofani (8-3) mentre, un paio di minuti dopo, entra in azione il poderoso pack dei tuttoneri che consente a Battaglia di superare la fatidica linea e di andare in meta, non trasformata. Con il risultato di 13-3 si chiude il primo tempo. Nella ripresa il Clan dovrebbe soltanto occuparsi di gestire il vantaggio. Invece, si cincischia troppo senza concludere alcunché. Un paio di calci piazzati sbagliati da parte degli specialisti la dicono tutta sulla giornata no degli uomini di punta del Clan.

Come se non bastasse, al 29’ del secondo tempo arriva la meta dell’Oncoibla che, dopo la trasformazione, rimette tutto in discussione (13-10). Passano pochi minuti e l’Oncoibla ci crede ancora di più visto che mette a segno un calcio piazzato che significa parità. Lo scadere dell’incontro è ormai prossimo. Quando tutti sembrano accontentarsi della suddivisione della posta in palio, la giocata alla mano del Clan fa scatenare l’entusiasmo dei supporter presenti in tribuna.

Capolavoro dei tre quarti, con Bellina pronto a depositare l’ovale in meta, e poi a realizzare una trasformazione da posizione impossibile. Finisce 20-13 con i tifosi in festa. E con un bel cerchio a centrocampo di entrambe le squadre che sintetizza al meglio lo spirito del rugby. «Bella gara, gara di grande volontà da parte nostra – afferma l’allenatore Carmelo Cicero – ci sono parecchie cose da rivedere, per quanto concerne la gestione del match nei momenti topici, ma di questo avremo modo di parlare nel corso della settimana. Per il momento, ci godiamo questo successo. Vincere un derby ha sempre un sapore molto particolare».

Nella foto il Clan fa festa dinanzi ai propri tifosi