Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 747
RAGUSA - 03/10/2010
Sport - Basket: buona partenza del quintetto del coach Recupido

Basket: La nuova Virtus vince la prima del torneo in casa

La formazione iblea che ha superato per 72 a 60 la compagine ospite del Ceglie non vuole essere la Cenerentola della serie B
Foto CorrierediRagusa.it

Nova Virtus Ragusa 72
Basket Ceglie 60
Nova Virtus: Terrana 3, Vani 4, Distefano ne, Blanda 1, Boiardi ne, Mammana 2, Sorrentino Andrea. 25, Casale 8, Giordo 16, Sorrentino Alessandro. 13. All. Recupido.

Ceglie: De Sanctis 14, Motta 12, Ucci, Marra 12, Simone 4, Brunetti 5, Consoli 2, Samoggia, Pezzarossa ne, Marinelli 11. All. Lecci.

Arbitri: Bottari di Messina e Nicosia di Trapani.

PARZIALI: 14-20; 19-8; 20-18; 19-14

NOTE: spettatori 700 circa. Nessuno uscito per falli. Liberi: Ragusa 8 su 13; Ceglie 14 su 16. Ragusa: 17 su 34 da 2 e 10 su 22 da 3; Ceglie 17 su 35 da 2 e 4 su 20 da 3.


La Nova Virtus c´è! E non sarà la Cenerentola della B dilettanti. Chiedere all´ostica e quadrata Ceglie per la conferma! Una pallacanestro frizzante in attacco e tutta «sacrificio» in difesa, esaltano il team di Gianni Recupido che trova «certezze» non solo in Marcello Giordo (vero faro e leader della squadra), ma anche nello junior Andrea Sorrentino (gasatissimo al debutto in cadetteria). Senza contare che Giulio Casale, seppur appena messo il piede sul parquet ragusano, dimostra che la scuola Lottomatica è senza altro di ottima pasta e le sue pur fulminee apparizioni nella massima serie ed in Eurolega erano tutt´altro che comparsate.

Al via, schizza Ceglie al cospetto di un quintetto ancora tremabondo (0-4 al 2’), ma Marcello Giordo si carica subito sul groppone i compagni ed Andrea Sorrentino comincia ad assestare il fucile. Sull´altra sponda, però, spadroneggia Marinelli nel trapezio colorato ed il brasiliano Paulinho Motta fa vedere che i suoi trascorsi sono di grido (14-20 al 10’). Nella seconda frazione, i neo-virtussini graffiano con le unghie e con i denti, ricuciono con Sorrentino junior e (manco a dirlo) con Giordo che sigla il cesto pesante del primo vantaggio al 19’. Sulla sirena, la «bomba» di Giulio Casale che esalta il Palaminardi (proscenio di casa prestato solo per la prima) e fissa il punteggio sul 33-28.

Alla ripresa è ancora break di casa (11-2a cavallo) per il 35-28 del 21’, ma Marinelli e Marra non ci stanno. Ci pensa «Zorro» Sorrentino (86% da 2 e 4 su 6 da 3) con due triploni a ricacciare indietro i pugliesi (48-39 al 27’), mentre Casale, un vero genio dell´assist, delizia compagni e platea, non disdegnando di flirtare pure con il cesto (53-43 al 30’).

Nell´ultimo «tempino» si riaccendono gli ospiti e la match-up di coach Lezzi porta qualche frutto (0-7). Si sveglia, però, capitan Ale Sorrentino (10 punti nel quarto decisivo) che supplisce alla stasi del fratello baby (60-52 al 35´) . Recupido continua a ruotare i suoi, trova conforto anche da Terrana (lucido e bravo a spezzare la difesa) e da Blanda (più che accettabile al rientro dopo quattro mesi), mentre Vani e Mammana si alternano sotto le plance senza scompensi. Lezzi ripesca Marinelli e Motta (assai abulico, invece, l’ex etneo Consoli), ma Alex Sorrentino è una irrefrenabile, con Giordo e Casale pronti a chiosare. La Nova Virtus è ormai lanciata in orbita (66-58 al 38’) e per Ceglie è notte fonda.

nella foto Andrea Sorrentino autore di 25 canestri