Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 442
RAGUSA - 26/09/2010
Sport - Basket: il trofeo disputatosi a Reggio Calabria

Basket: Nova Virtus ultima al torneo "Sant´Ambrogio". Persa "finalina" col Benevento

I virtussini si fanno onore, tenendo in mano la partita sino al 30’
Foto CorrierediRagusa.it

La Nova Virtus perde 62-55 la «finalina» con Benevento e si classifica ultima nella 38ma edizione del torneo «Sant´Ambrogio». Così come in semifinale, però, i virtussini si fanno onore, tenendo in mano la partita sino al 30´ e mollando solo quando, per precisa scelta tecnica, coach Gianni Recupido, ancora privo di Parrino, Blanda e Vani, lascia in campo solo i ragazzini classe 1991 e 1994.

Chiuso sotto di un punto il primo «tempino» (13-14), i ragusani raggiungono anche un vantaggio di 10 punti nel secondo quarto, ma all´intervallo lungo lo scarto è dimezzato (30-25 al 20´). Anche nel terzo periodo, a mettere il muso avanti sono costantemente i biancazzurri, con Terrana e Andrea «Zorro» Sorrentino sugli scudi. La sofferenza sotto le plance, dove spadroneggia il totem campano Camata (213 centimetri e 120 chilogrammi, «contrastati» dai inermi Mammana e Distefano) si fa terribile, ma la frazione vede ancora primeggiare la Nova Virtus sul 44-42. Nel quarto periodo, spazio solo per i giovincelli che, pur dando via libera ai sanniti, vanno tutti a canestro, a conferma di grande personalità.



LA CAMPAGNA ABBONAMENTI A PREZZI POPOLARI
Scatta la campagna abbonamenti della Nova Virtus. Tenendo fede alle promesse della vigilia, la dirigenza, in testa il presidente Antonio Aggius Vella, ha deciso di fissare prezzi davvero popolari per l´acquisto delle tessere, al fine di conseguire l´obiettivo, sicuramente ambizioso, ma per questo ancor più gratificante, di vendere mille abbonamenti.

La tessera "famiglia", riservata ai giovani del vivaio, costerà, infatti, appena 100 euro e consentirà l´ingresso al palasport, addirittura, all´intero nucleo familiare. Prezzo identico anche per i "sostenitori", ossia per quanti singolarmente volessero seguire le partite interne della Nova Virtus.

"E´ una promessa che avevamo fatto - ha detto il presidente Aggius Vella - e l´abbiamo mantenuta, facendo un grosso sforzo. L´obiettivo dichiarato, come è noto, è proprio quello di coinvolgere la "famiglia" che vogliamo presente, con tutte le sue componenti, sugli spalti a tifare e a stare vicina ad una squadra che anche quest´anno avrà il "cuore" Ragusano, visto che annovera tra i suoi massimi protagonisti tanti ragazzi cresciuti cestisticamente nella Virtus, nel Basket Club e nella Fortitudo, le società del progetto Nova Virtus. Senza contare, i tanti giovanissimi che già fanno parte della "rosa": sono certo che qualcuno potrebbe mettersi in mostra già nel difficile campionato che sta per iniziare. Insomma, la Nova Virtus è dei Ragusani e vogliamo che la gente entri in piena sintonia con la "sua" squadra".

Gli abbonamenti potranno essere acquistati in segreteria, al Palazama, o richiesti ai dirigenti, impegnati emblematicamente in prima persona nell´opera di promozione. Anche Marco Blanda, l´estrosa ala del quintetto ed uomo immagine della società, è disponibile per la vendita delle tessere.

Si è intanto conclusa con il punteggio di 60-56 (parziali 8-17; 27-25; 38-46) per il Canicattì la combattuta amichevole che la Nova Virtus ha disputato giovedì a Gela contro il team allenato dall´ex Riccardo Cantone (militante in C dilettanti).

Scrimmage intenso e combattuto, ma disertato da Andrea Sorrentino e Flavio Parrino, tenuti prudenzialmente a riposo perché acciaccati, e da Marco Blanda, ancora infortunato.

Coach Gianni Recupido ha dato perciò largo spazio ai giovanissimi. Dario Emmolo, Carlo Cassì e Carmelo Iurato (classe 1994), Giorgio Canzonieri (appena 15 anni) e gli junior Carmelo Mammana e Matteo Distefano (classe 1991) hanno giocato per almeno 20 minuti a testa, anche perché l´allenatore, a parte le assenze, non ha inteso gravare di un minutaggio «pesante» gli atleti più esperti, in vista del torneo "Sant´Ambrogio" a cui la Nova Virtus parteciperà nel fine settimana.